Alda nel cuore 2014

February 12, 2018 | Author: matteocotugno | Category: Hell, Soul, Religion And Belief, Nature
Share Embed Donate


Short Description

Nasce oggi Alda nel cuore 2014, giornata mondiale della poesia e compleanno di Alda Merini, un vero tributo a entrambe.....

Description

Antologia di poesia contemporanea

©“Alda

nel cuore 2014”

è tutelato da diritti di autore a norma di legge ogni Autore si riserva i diritti delle proprie opere presenti registrazione: [email protected]it.net

l’opera in copertina è di Antonella Di Lucia ne è vietata la vendita realizzato nel marzo 2014 da Matteo Cotugno [email protected] http://poesiedimatteocotugno.blogspot.it/

Alda nel cuore 2014 2

Antologia di poesia contemporanea

Prefazione Benvenuti alla seconda edizione di Alda nel cuore, un’antologia di poesia contemporanea che vuole essere un tributo per la grande poetessa Alda Merini proprio nel giorno del suo compleanno, il 21 marzo, Giornata Mondiale della Poesia. Quest’anno una bella selezioni di autori da tutta Italia e qualcuno dall’estero, che omaggiano Alda Merini con le proprie poesie, o comunque con una poesia sul tema del disagio psichico: so che non è un tema facile ed è per questo che il mio ringraziamento è maggiore e più caloroso. Come nella prima edizione lascio l’introduzione alla figlia maggiore di Alda Merini… Emanuela Carniti che ringrazio di cuore anche per il contributo in poesia alla raccolta. Matteo Cotugno Eccoci di nuovo qui Amici. E' la seconda edizione di questa splendida raccolta di poesie voluta da Matteo Cotugno ed è la mia seconda prefazione: la seconda della mia vita! Scrivere una prefazione è la cosa più assurda che ci sia, soprattutto se " prefai" ciò che "non sai". In questo caso io farò una prefazione ad un libro di poesie che non ho letto e che quindi non conosco. Non so neppure (al momento in cui scrivo) quanti saranno gli autori che parteciperanno, ditemi Voi... Ho scoperto altresì da poco (sempre su Internet) che i puntini di sospensione non possono essere messi a nostro piacere, ehhh no! Essi devono essere di un numero preciso, esattamente tre; pena la nomea di "ignorante", di cui io, sinceramente me ne faccio un baffo. Comunque sia, Attenzione a Voi scrivani e poeti, a non oltrepassare il limite concesso dall'italiana istruzione! Volevo scherzare un po' ovviamente, e spero che non me ne vogliate. Tornando a noi: Matteo anche quest'anno ci prova, e fa bene, anzi, benissimo. Il successo dei suoi precedenti e-books è la riprova che un target (ma si dice così?) ben studiato e congegnato funziona, e funziona sempre; e Voi, amici, conoscenti o perfetti sconosciuti che aderite e leggerete a frotte ne siete la riprova. E io...? Alda nel cuore 2014 3

Antologia di poesia contemporanea

Io me ne compiaccio , ne sono felice. In "primis" perchè Matteo mi è simpatico, nonostante ci si conosca poco e lui sia del segno della Vergine, segno a me poco congeniale. Ma lui riesce a sradicare questo mio preconcetto col suo umano calore, il sorriso contagioso e la giovialità comunicativa; quindi gli ho detto sì anche stavolta - alla prefazione intendo! Be'.........Metto tantissimi puntini prima di scrivere il seguito perché mi piace proprio farlo, e se dovessi metterne uno per ognuno di Voi che scriverete, chissà quanti sarebbero, perciò... In "secundis"( ahahah), Grazie scrittori e scrittrici di tutte le età e condizione. GRAZIE per ricordare, con parole e pensieri un pezzo di storia che nostra madre ha vissuto e che, per sua capacità/fortuna, ha attraversato senza rimanerne soffocata. Grazie perché la sofferenza psichica è soprattutto la più difficile da comprendere e condividere e le Vostre parole troveranno sicuramente il modo di dare voce a questo " travaglio interiore" per renderlo intellegibile e finalmente umano! Immaginate Voi lettori, quanto dolore ci possa essere nel non saper esprimere ciò che si muove dentro? Sensazioni annodate strette a sentimenti, emozioni o ricordi , tanto da soffocare il fiato, e il desiderio di comunicare? Io credo che la maggior parte di Voi, di Noi lo abbia sperimentato , magari anche solo per un attimo. Ecco, le poesie che leggeremo saranno un esempio/emblema di ciò che è difficilmente traducibile in parole; ma queste poesie saranno anche un'ode alla memoria, alla sofferenza, alla vitalità; saranno tutto questo e altro ancora. E come ogni poesia che si rispetti andranno oltre ogni retorica ed etichetta. Diverranno sussurri e viaggeranno lontano a ricordare a tutti che la Giornata della Poesia NON si ferma al 21 Marzo, e che una Grande donna di nome ALDA MERINI non è morta invano! GRAZIE allora a Matteo e a tutti Voi. Adesso mi accoccolo a leggere queste neonate "creature". Si prega di non disturbare.! Emanuela Carniti

Alda nel cuore 2014 4

tributo per Alda Merini nel giorno del suo compleanno 21 marzo Giornata Mondiale della Poesia

“illumino spesso gli altri ma io rimango sempre al buio” Alda Merini

Antologia di poesia contemporanea

Maria Pina Abate Portami uno specchio Cercami e portami uno specchio... potrai trovarmi qui seduta nel chiaroscuro di un'attesa con il filo spinato tra le dita a ricamare il tempo. Portami uno specchio, io sono qui abbracciata ai miei deliri. Di giorno, scalza faccio il giro della stanza e ne bacio le pareti inventandomi l'amore. Di notte, ripudiata dai miei sogni mi rannicchio a vomitare i fantasmi che mi infestano ed esibisco il mio dolore urlandolo alla luna. Cercami, io sono sempre qui non so più quanti denti ho da quando rubarono il mio specchio. Mi dicono di stare zitta che non devo parlare al ragno che mai risponderà. Ma in questo inferno, il ragno che si affaccia dal soffitto è il solo angelo che ho. Cercami, e portami uno specchio...

Alda nel cuore 2014 1

Antologia di poesia contemporanea

Sara Maria Rosaria Acireale Diventerai Poesia Un respiro... un incubo e il risveglio di un tempo non più suo, si è perduta al limite dell'orizzonte. Parlava del suo grande amore, del suo dolore, di un Dio che non capiva. Era sola e indifesa. Sola, con una grande paura che percorreva le radici di tutto il suo essere. Fuori il cielo era stellato, lei girava nello spazio infinito di un vuoto senza limiti. Nel vuoto... una finestra chiusa. Paura della luce, paura dell'amore, paura della vita. Verserò gocce di luce sulla tua anima di cristallo, come crisalide metterai le ali volerai al di sopra delle nuvole... Diventerai POESIA.

Alda nel cuore 2014 2

Antologia di poesia contemporanea

Teresa Addis Ritratto poetico Sei la più bella poesia Le tue parole arrivano Arrivano, come frecce! Colpiscono quel raggio di luce Che, pervaso dal cuore Inebria la mente E, ci avvicina all’eterno. Le più belle poesie Si scrivono nella pietra. E così, hai saputo incidere, il pensiero Come scalpello diamantato Hai saputo, raccogliere il coraggio Del dialogo del dolore. Quando una donna ama La placenta si riempie Di prati, di sorrisi, che ammantati di bellezza Raccontano il segreto dell’acqua natia Tutto è deserto, se non accogli il dolore! E nel dolore, la gioia dell’amore Quell’amore ardente senza più ombre Senza timori … Quando una donna ama Non conosce misura E, in questa follia Ritrova se stessa L’embrione del bacio Il sussurro del piacere … Ah! La vita mistica che si rivela nel momento in cui il tempo muore … Mentre l’eternità fiorisce Dalla cenere.

Alda nel cuore 2014 3

Antologia di poesia contemporanea

Marinella Albora Vite amare Segni neri sui muri ragnatele che intrappolano l’anima. Occhi vuoti tutti uguali. Rumori rumori rumori che ti martellano dentro. Gente intorno che non ti vede. Mille solitudini consumate in queste stanze.

Alda nel cuore 2014 4

Antologia di poesia contemporanea

Maria Ambrosio Poesia e fede! La società dei "giusti" etichetta gli "altri" come matti, malati!!! Il tuo male è diventato poesia, la poesia unguento alle tue ferite, balsamo al tuo dolore! Hai pianto! Hai sofferto la solitudine e l'incomunicabilità le tue lacrime, perdute, dimenticate, strozzate in gola, hanno riempito le tue giornate, in attesa di una visita, una parola dolce, una carezza in manicomio fumi! E le tue dita scorrono su un foglio bianco. nasce un verso tacito, silenzioso, eterno, mentre il foglio si colora di poesia.

Alda nel cuore 2014 5

Antologia di poesia contemporanea

Roberta Ancora Luce del vero... Due lucciole per occhi… ad illuminarmi il cammino... ...in questo buio... celato da fitte ipocrisie. Maschere dal volto umano... ...in cerca d'abili mani... pure e maestre a riparar graffi del vero... ...fragili emozioni... incatenate da scaltre menti… accecate dall'ego... ...e sorde al cavalcar del cuore. Parole dette e non fatte... ...narrate al vento e smarrite nel credere alle prime luci della verità...!!!

Alda nel cuore 2014 6

Antologia di poesia contemporanea

Daniela Atzeni

Tempo incurante di vita, rubi ogni attimo del mio silenzio, per farne saltimbanco… Mi chiedi di donarti sorrisi, ma, sono inconsapevole dei tuoi passi… Mi costringi a perdermi, nel frastuono della notte in stanze fredde e putride di grida di dolore… Mi chiedono se son pazza… Rido al loro pensiero, e mi lascio cadere tra le braccia di Morfeo, dove attendo… Dio al sorgere del sole ad abbracciare l’Anima mia…

Alda nel cuore 2014 7

Antologia di poesia contemporanea

Anna Avallone Lo sconcio Spulcio tra i pensieri in fiamme aliti di nubi fredde. E' il cielo quel tetto arcobaleno che in questa stanza più non entra. Chiusa tra i fili della mia testa, reti inossidabili di ricordi folli e lontani, ma definiti. Urla la vicina di letto. Teme la mia compagnia più di ogni altra solitudine. Gemo tra gli odori sconci di un isolamento buio. Non l'ho chiesto di certo io, non credo l'abbia chiesto Dio.

Alda nel cuore 2014 8

Antologia di poesia contemporanea

Eric Balossini I fogli di Alda Sapevo del mondo, dei suoi fiori calpesti, appena si posava un sorriso sulla mia tristezza. Sapevo del tempo, di sogni sognati, dei miei occhi innamorati malgrado il silenzio. Decisi di adornarlo il mondo, di divorare l’ombra silente, di liberare ogni prigione dell’anima. Scelsi la musica delle parole, di regalare al mondo una sinfonia senza tempo, senza stagioni. Trovai la mia libertà narrando il fiume sparso della vita, e mi tenne compagnia la tenerezza. Andai via lasciando fogli sparsi a tenervi per mano.

Alda nel cuore 2014 9

Antologia di poesia contemporanea

Stefania Balsamo Solitudine Son solo, non perché solo sto; perché pur nella moltitudine avverto la solitudine, perché inascoltata è la mia voce e le mie parole si disperdono vane come polvere al vento. Son solo perché più non riesco a stare in buona compagnia di me stesso. Il muto mio grido di dolore s’infrange nell'anima mia che silenziosamente si strugge. Vivo come in un sogno in cui tutto è evanescente e vago senza meta, invisibile come un fantasma. Mi trascino così stancamente nei meandri della vita, perso ormai in un labirinto senza via d’uscita. Spesso, il malato mentale, anche quando è in famiglia, è relegato in un cantuccio ed inascoltata è la sua voce …

Alda nel cuore 2014 10

Antologia di poesia contemporanea

Antonino Barrasso Lungo i binari Con pensieri ossessivi e bui come la notte, ti incammini lento lungo i binari, la bocca secca dalla paura. La malinconia dell'amore perduto, degli addii che non hai dato per non ravvederti. Tra ragioni e sentimenti non vedi sollievo, ricade sul corpo il peso enorme della tua vita, la nostalgia struggente di un sorriso del cuore e della mente che non provi da tempo, così nell'idea oscura che conviene farla finita, vai avanti incontro ai fari in lontananza recando in tasca il tuo "chiedo perdono".

Alda nel cuore 2014 11

Antologia di poesia contemporanea

Giuseppe Bellanca Il mio manicomio Con occhi vitrei, [stanchi scavati innocenti] guardo il soffitto pieno di fuliggini, la mia mente rideva vedere in quella combustione l’infinità di versi che aprirono le porte alla mia poesia. Lei vivrà in eterno nel cuore dei poeti per farmi vivere sempre.

Alda nel cuore 2014 12

Antologia di poesia contemporanea

Paola Belloni Ad Alda Merini Come vento che soffia sul mare vago per le strade della vita tra i ricordi del tempo, tra i sentieri dell'anima, ricordi di scuola affiorano in me delle tue poesie ricche di sentimento d'amore, quell'amore puro, indelebile mai corrisposto, dolce e incantevole donna che vivevi di fede e poesia, balsamo della tua vita, madre e sposa esemplare, donna umile e felice ma devastata da un vissuto infernale, rinchiusa tra lugubre mura tra occhi sperduti nel vuoto, dove la vita scorreva ogni giorno senza un senso, una carezza, un bacio, tra malinconie, solitudini, pianto, rinchiusa lì in quel labirinto dove è difficile uscire, tu eri lì, come un uccello dal bianco ventre gentile, ogni giorno ti recavi all'ingresso e accovacciata a terra aspettavi il tuo amore mai corrisposto e tu dolce creatura, stanca e desolata, ti ritiravi inerme nella tua misera stanza, mentre il cuore dettava speranzoso di quelle note d'amore che non hai mai avuto, esausto da tanta solitudine. Alda nel cuore 2014 13

Antologia di poesia contemporanea

Patrizia Bianchin La donna in me Se io fossi stata la donna perfetta che voi volevate, se avessi indossato candidi abiti e parole di velluto, se i miei occhi non avessero visto questi corridoi senza luce, se non avessi percorso le vie tortuose della vita, non sarei stata la donna che sono. La donna-farfalla amante e amata a cui sono noti i segreti del cuore e tutti questi fogli sarebbero rimasti bianchi, tutte queste parole avrebbero riposato in me invece di riempire i miei giorni della mia disperatamente intensa voglia di amare. Sarei stata eterna crisalide prigioniera di un conformismo ipocrita schiava di catene dorate ma avevo dentro me il cielo così ho scelto di spiccare il volo per raggiungere gli angoli reconditi della mia anima e mentre il sole accarezzava le mie ali sappiate… io ero viva.

Alda nel cuore 2014 14

Antologia di poesia contemporanea

Grazia Bianco Alda Merini Per Cristo fu passione fu resurrezione per Alda Merini fu passione fu annientamento fu gogna prestabilita fu Cerletti per distruggersi nel cuore e nel corpo! Donna meravigliosa che della sua vita fece atto di dolore ingoiò spine e veleni portò cilici si cibò di ghigni di bastardi uomini fu lacerata con mani sporche da infermieri senza volto e dignità. Lei che fu celebrata nell'agonia del disagio portò cappi al collo per essere macellata viva da mani vili. Il volto imperlato di sudore quasi indossasse una corona di spine d'odio nessuno si chiedeva nessuno indagava nessuno le dava la mano. Il ricordo della sua vita mi sfiora ferocemente e lascia sulla pelle segni di dolore infinito!

Alda nel cuore 2014 15

Antologia di poesia contemporanea

Manuela Biondo La lama che colpisce La lama che colpisce ha il sapore dell’ amore se la lecco avverto il fremito delirante del sentimento inatteso. Scende giù fino in fondo recidendo ogni mio dolce sospetto scucendo l’Anima da ogni arteria vitale un fendente amorevole poggiato sul cuore come carezza ora danza tra le mie carni nascoste febbrile come amore materno forte come legame di sangue privo di ogni difesa. Dolce è lo zucchero offerto dal nemico nel momento della morte come la mia follia trae pace in ogni atto d'amore.

Alda nel cuore 2014 16

Antologia di poesia contemporanea

Celeste Borrelli Paranoie Serpenti insidiosi, irriverenti strisciano sui nostri corpi scempiandoli. Accerchiano, soffocano. Si avviluppano nelle menti. Uccidono.

Alda nel cuore 2014 17

Antologia di poesia contemporanea

Franca Maria Bruina Sospesa Nel logorio di laceranti attese verso temute conferme, rimaste appese, scorre distratto il momento presente con le ombre che offuscano la mia mente. Tra un sogno ambito e un incubo vissuto prosegue la mia vita, in un discorso muto. Sospesa tra i solchi dei miei limiti, vivo, in attesa che qualcosa si verifichi. Se ora la mia vita dovesse finire non ci sarebbe, poi, tanto da dire… A parte la speranza mai persa, di un’esistenza diversa. Il tempo mi darà ragione dell’amara mia convinzione. Schiava del mio destino, invoco l’oblio, affinché mi porti lontano… dal mio io.

Alda nel cuore 2014 18

Antologia di poesia contemporanea

Margherita Calì Niente parole d’amore Niente parole d’amore per una canna bucata per un fucile che spara le sue pallottole a salve. Niente parole d’amore per una mitragliatrice nel vento a uccidere le rondini in volo bruciare sugli aquiloni, mentre le stelle cadenti bucano un fiocco di cielo e della luna rilasciano le lacrime senza la notte. Niente parole d’amore sul marciapiede del tempo sopra il mio giorno che scorre e lascia i suoi passi sul niente. Sul ferro delle balestre cigolano molle disfatte e viti senza una fine impiastri senza rimpianti e madreviti di cromo a scorrere le filettature che incastrano legni di paglia per resettare le giostre sulle catene che piangono. Niente parole d’amore sopra la bocca che chiede perdono d’essere amata senza nessuna preghiera. Niente parole d’amore ti prego… niente per me!

Alda nel cuore 2014 19

Antologia di poesia contemporanea

Don Aldo Callegari Una vita Ho sempre guardato la mia vita, o quasi, come se fosse sacrificata in quel luogo privo di uscite. Una vita inutile? Quel luogo, delimitato da inferriate, mi impediva di guardare il sole. Il sole era lì, sapevo che era lì ma non riuscivo ad afferrarlo. In quel luogo la vita non era! Rumori, grida, urli laceravano le mie carni. Poi un barlume apriva la mia anima intrisa dal dolore: nasceva la mia poesia.

Alda nel cuore 2014 20

Antologia di poesia contemporanea

Angelo Canino Ti immagino Ti immagino una nuvola nel cielo cupo, dove vaghi spostata dal vento a te che tanto piaceva scrivere versi incantati perché amavi la gente assopita dal fumo della sigaretta hai passato momenti difficili ma non sei cambiata e con infinito piacere esponevi tratti di vita vissuta tu, madre di tutte le poesie divina stella del firmamento è grande il vuoto lasciato ma vivo è in me il pensiero di te ti immagino in un giorno di primavera mentre raccogli petali di fiori in un prato fiorito con un dolce sorriso.

Alda nel cuore 2014 21

Antologia di poesia contemporanea

Vincenzo Capitanucci Alda Se fui follia di un eterno incarnai nel travaglio della mia anima il cuore degli uomini. Occhi d’amore non conoscono notti.

Alda nel cuore 2014 22

Antologia di poesia contemporanea

Eloise Capizzi Fino a quando Fino a quando i silenzi notturni poggeranno inquieti sulle onde stonate della mia mente che nessuno sente? Fino a quando quel barlume dei mie sogni echeggeranno ignari nell’oblio delle stanze, agognanti dell’anima mia? Fino a quando le acque della paura risaliranno la china delle mie angosce, senza volto e senza nome? Viandante, rimango, come dietro le quinte di un sipario mai aperto, spesso, accartocciata come polvere al vento, respirando luce di stelle, dentro l’abisso di un infinito teatro, la vita, in attesa di una nuova primavera perenne.

Alda nel cuore 2014 23

Antologia di poesia contemporanea

Antonella Caprio Alda Strana, per quelle farfalle e genio nella tua anima. Stretta a sterili lacci e stanze buie. Su di essi come sole la tua poesia risplende.

Alda nel cuore 2014 24

Antologia di poesia contemporanea

Antonietta Caputo Nei silenziosi luoghi di “pazzia” Passi incerti con lacrime taciute. Stridono ora i cancelli con catene chiuse. Urla e pianti nel silenzio della notte straziano l'anima, fino al divenir del giorno. Nessuno ascolta nessuno... Ora è silenzio nelle stanze enormi e vuote a metà, ma tutto parla ancora. Odo voci disperate chiudendo gli occhi, e l'anima mia si confonde con i singhiozzi rotti di chi da qui è passato, lasciando un segno disperato inciso nel muro graffiandosi l'anima tra queste pareti del tempo senza tempo. Silenziose lacrime come le vostre, le mie, nessuno ascolta il cuore fa male, ma apro la porta e un poco di Voi con me porto via...

Alda nel cuore 2014 25

Antologia di poesia contemporanea

Emanuela Carniti A mia madre In carcere anch'io con te Madre senza chiavi d'evasione e la paura fa cornice al giorno. Nei perfetti giardini del “PINI” un'errabonda confusione di corpi e pensieri, storie e parole saliva al cielo preghiera infinita. E là nell'enorme cattedrale aspettavamo Dio. Ma vedi, sto seduta adesso a un tavolo diverso non temo più le folle urla. Ho bevuto solitudine e strazio ma le vivo come allora. Fammi allora un dono Madre: suona una volta ancora l'orfica cetra e dimmi addio come benedizione. Il tuo ricordo taglierò allora a strisce a ornare un grembo avverso di multicolori stelle filanti. Ed è di nuovo Carnevale!

Alda nel cuore 2014 26

Antologia di poesia contemporanea

Tina Carrieri Tu Paladina di leggerezza sulle ingiustizie del mondo ti innalzasti sulle tue ferite come Forza di vento che placa un incendio, come spirito d’amore che l’amore t’infuse, come soffio di vita che sconfisse la morte, che una parte ahimè, crudele t’impose!

Alda nel cuore 2014 27

Antologia di poesia contemporanea

Anna Maria Cartisano Tra profumi di salvia e rosmarino... Amore e collera alternano i miei spiriti i miei umori, come nuvole nere e bianche nel cielo dei miei occhi si alternano... alla pioggia che bagna le mie gote che nessuno nota o finge di non vedere per non creare disagio tra la folla dei suoi pensieri... ogni tanto un ricordo languido della mia poesia, della mia vita del mio cielo manifesto di sole tra le grate della finestrella nella mia stanza... questa che vivo non è vita non la mia… non ora… saranno frammenti di vita di un altra non è possibile! Quando verranno a prendermi e… mi porteranno a casa, glielo dirò non sono io... io sono buona... non urlerò mai più, lo prometto... ma portami a casa, figlia mia portami a casa... questa non è la mia portami tra le rose e le ortensie del mio giardino, tra i profumi di salvia e rosmarino sarò buona te lo prometto! fai entrare un raggio di sole prima che il buio torni nel mio cuore! portami a casa... ora!

Alda nel cuore 2014 28

Antologia di poesia contemporanea

Ramon Cattaneo Vivo ricordo Un’onda che si stende sulla terra la veste, nutre e riscalda. I tuoi versi, l’espressione del tuo viso concedono la sapienza di un animo immensamente fragile e sconfinato. Abbandona le paure la mente irrigata dal tuo amore. Rendesti barriere silenzio eterno di chi trasforma sofferenza nel fiore della dignità. Di chi rende un corpo una vita e un’anima poesia della speranza. Poesia di perdono a un’umanità arroccata nella cecità.

Alda nel cuore 2014 29

Antologia di poesia contemporanea

Nadia Cavalera La pentola di parole Alda grande pentola calda in continua ebollizione di parole Basta sollevare appena il coperchio e schiumano fuori da sole scivolano rivole pesanti o frivole ratto si compongono nel piatto per attrazione ormonalnaturale (: soldatine di fatto matto) secondo il sapore il colore l’umore dell’interlocutore d’occasione Presente o assente non fa niente le antenne interne di vetro acuminate non fanno mai cilecca Per gli altri poi sarà cialda leccalecca.

Alda nel cuore 2014 30

Antologia di poesia contemporanea

Angela Cavallo Follia Cavalcando la follia di un pensiero PRECIPITO In lucida picchiata sull’asfalto bruciato dal sole.

Alda nel cuore 2014 31

Antologia di poesia contemporanea

Adriana Caviglia Temenos (recinto sacro) Tuffata nell’immacolata solitudine, sbriciolata in un silenzio irreale, sormontata da dolci profili di ricordi e da un grigio cielo, perlato, uniforme, annegata in un dolciastro d’aria calda, sono scossa da gracchi di nere ali: presagi vorticosi di un indistinto malessere profondo che vorrebbe oscurare sbiadire lo smalto inattaccabile della mia coscienza. Io son io e null’altro son così perché altro non potrei essere che me stessa; non mi è concesso fingere conscia del danno che produco a me stessa e forse agli altri, aborrisco l’ipocrisia dell’attore umano che finge per piacere e uccide il suo vero io. Vivo il mio tempo come nel recinto sacro, ma non sono attore.

Alda nel cuore 2014 32

Antologia di poesia contemporanea

Silvana Cenciarelli PRIMA Certi giorni è difficile Accompagnare il respiro Fino a sera Senza che sbatta e rompa In scogli di pensiero E si lasci annegare In abissi di ricordi. Certi giorni ho paura Quando in mezzo alla gente Realizzo cerchi di solitudine Voragini Che nessuno sguardo Può colmare Nessuna voce… nessuna mano Può sollevarmi allora da paludi improvvise… di fragilità C’è solo il silenzio Che urla… infinito In un’anima persa …immersa… In un fiume d’amore… Dimenticato…. Così… certi giorni è difficile Pensare di morire ...PRIMA di aver vissuto.

Alda nel cuore 2014 33

Antologia di poesia contemporanea

Lorena Centofanti Gli angeli dentro Gli angeli dentro a quella nera gabbia scrivevano sulle mie ossa di un dolore sordo nel quale mi son persa in un giorno senza luce alcuna. Gli angeli in fondo a quella via senza cancelli aspettavano che ritrovassi le chiavi in quella scatola di latta ricolma di caramelle a quadretti che senza pietà m'uccidevano. Gli angeli custodi all'ombra dei miei versi graffiavano le nuvole lacerando silenti attese nelle notti appese ai chiodi dei dolori che calpesto. Gli angeli accanto a quelle ciglia umide asciugavano lacrime amare e mi chiedevano sorrisi senza fine e una scala di cuori.

Alda nel cuore 2014 34

Antologia di poesia contemporanea

Pietro Ciampa La poesia (è Alda Merini) E Dio disse: sia la poesia e divenne follia nei versi, negli amori, nei respiri d'una donna. Lascia impronte dei suoi tormenti calpesta la terra sacra ove la follia canta d'amore alla luna lei nata poesia da un attimo di follia di Dio.

Alda nel cuore 2014 35

Antologia di poesia contemporanea

Eleuterio Cimini Il canto triste dell’usignolo senza voce Chiudi lo sguardo su questo mondo Che non ti vuole Usignolo triste, senza voce Ti lasci vivere trascinando la tua Anima infelice Tra le pareti scarne di questo inferno Tappezzato ovunque di carità falsate In finte parole di conforto, lasciate lì Come pungenti spine di rose rinsecchite A crocifiggere a sangue i tuoi piedi nudi E le tue labbra tumefatte, strozzate in gola Quanto tempo è passato da quel dì Triste usignolo senza voce Le mani amiche sono fuggite via Lontano da questo mondo, immondo Fatto di sbarre d’acciaio alla finestra Camici bianchi, anime sporche E siringhe conficcate a forza nella vita Il tuo delirio traspare e fulge In chi ha pietà di questi luoghi di pietra E lascia volare il suo pensiero verso te Che aspetti notte ansioso di tornare A correre libero dietro la coltre chiusa Dei tuoi occhi spenti, a cantare sogni E gridare a squarciagola la tua rabbia Dolce usignolo senza voce…

Alda nel cuore 2014 36

Antologia di poesia contemporanea

Vincenzo Cinanni Sospensione d'imago TI SCRIVERO'... con poche parole, dichiarando un sentire sempreverde, che sa attraversare l'autunno della distanza. che ha saputo essere inchiostro di due figure. CIO' CHE CI LEGA è forte e giusto, è quel sentirsi soli mentre le idee prendono corpo. TI SCRIVERO'... perché lo meriti, visto che hai gli occhi del sole, ed il cuore di una grande artista.

Alda nel cuore 2014 37

Antologia di poesia contemporanea

Davide Rocco Colacrai Lo chiamavano l’albatros che mordeva le rose Non ricordava né sapeva dirvi quando entrò in quella casa ché forse fu un tempo in cui di stagioni non ce n’erano? un tempo in cui gli anni non gradivano darsi il cambio? Il deserto della sua carne attraversava una ruga senza età. Lo chiamavano l’albatros che mordeva le rose. Correva scalzo per i radi fili d’erba a ricercare la sua vita che, diceva, non era riuscita a seguirlo ed era rimasta oltre le mura. C’erano giorni in cui si sentiva chiamare così schiudeva le braccia e immaginava di essere un volatile in groppa ad una nuvola o ad un alito di vento senza confini e senza riposo eppoi planava su una rosa solitaria che lo attendeva e ne coglieva un solo petalo che poneva tra le labbra e assaporava piano piano senza urgenza e senza confini. E lo si vedeva sorridere. Diceva di volersi sentire vivo anche lui come la pioggia quando balla a piedi nudi sulle nostra dita solleticandole. Era la solitudine di un volo incontro ad un orizzonte tra l’infinito e il cuore là dove l’approdo era un antro scavato da sogni e pene come una conchiglia che stormiva di un’eco di mare dove poteva rincorrere l’odore di una madre e proteggersi dagli occhi di un cielo nei quali temeva di perdersi là dove gli era concesso di essere ancora bambino e sperare. Sul fragile ciglio di una trama di ombre che i ricordi avevano spezzato in una ruga senza età. Lo chiamavano l’albatros che mordeva le rose. Non ricordava né sapeva dirvi quando entrò in quella casa la casa della notte che non riposava mai.

Alda nel cuore 2014 38

Antologia di poesia contemporanea

Annarosa Colasanto 21 marzo Filtra l'aria odore di muschio zeppi canneti di fragole rosse albero in fiore concimato da gene espressivo nasceva seme in grembo sospetta l' attesa fu mitico appuntamento. T'aspettò come riva desidera il bacio dal mare nascesti perla preferendo il colore rubino tingesti i giorni di follie e passioni lasciando ai posteri pergamene dorate d'anima e poesia.

Alda nel cuore 2014 39

Antologia di poesia contemporanea

Anna Collini Donne (ad Alda) "Quelle come noi" hanno il dolore tra le mani, immota l'anima lo estirpa e lo sventra per abbracciarlo, attimo dopo attimo le lacrime e i respiri s'intrecciano su di esso, dal lacero trasudano suoni, simili a consapevoli parole, al sapore di vita, semplicemente scritte da un’incerta grafia e vagano nell'aria.

Alda nel cuore 2014 40

Antologia di poesia contemporanea

Marcello Comitini Tempeste notturne Tu con gli occhi chiusi nella tempesta di lenzuola sfatte e di sogni fermi nel tuo volto amaro impaurita dal tuo stesso sguardo da tutti i sì che hai dato. Avvolta nel calore delle braccia di sfuggenti corpi amati carezzati - acuminati a trafiggerti il cuore a dirti sempre amore - e poi abbandonata. E tutti i no tornati indietro come schiaffi di uomini violenti che le lenzuola scuotono a bandiere d’imperfette vittorie Nella notte urlando il disamore scarne carezze hai dato alle speranze le tue più desiderate amanti.

Alda nel cuore 2014 41

Antologia di poesia contemporanea

Agostino Costa Soltanto silenzio Devo confessare che se io qualcosa la devo la devo solo all'inchiostro e alle inquiete muse. Oggi la poesia mi evita oltre che fastidiosa è un totale zero. Verità: non mi digerisce! Dice che nel suo revolver ha tante fantastiche idee ma non può spararle contro le pagine dei miei quaderni. Dice che non è che non le sto soltanto di genio ma che non le sto proprio in simpatia chiuso in queste mura di cartapesta dove l'assoluta regina è la mia pazzia. Ecco, onestamente, adesso divento nervoso e le grido che in privato sono un bel vero buffone, uno con la scorza fortemente dura tanto dura che ne assomiglio ad un secolare albero con le radici propagate dentro le acque delle risaie. Le dico anche che ho un enorme cervello e che posso inventare da me, senza di lei, certe frasi veramente sbalorditive ma non sente rulla via assordante come le rotaie di un treno in un burrone lasciandomi come una sporca sgualdrina, oltre che soltanto silenzio, alla perfetta costante unigenita maniaca predante follia.

Alda nel cuore 2014 42

Antologia di poesia contemporanea

Matteo Cotugno per Alda Merini Tremo al sentire la tua voce, allor che sfinito dalle fatiche d’un giorno inchiodato al cielo, ascolto levarsi il canto da tutti i tuoi altari narri di vita e di dolore come dello stesso giardino rose, spinose sì, ma belle, belle le panchine di quel luogo chiuso da vergogna, consumando la memoria nei tuoi versi, pregando giunga presto un Salvatore a mondare i peccati che non sai, a tranciare le catene dell’inquietudine è lei a legarti e slegarti dalla vita e tu la brandisci come arma per difenderti un po’, per poi morire uccisa a morsi dall’amore tu, che anche nel dolore canti vita ascolta ora tutto il mio tremore. farsi amore e parole fra le dita.

Alda nel cuore 2014 43

Antologia di poesia contemporanea

Antonella Dadone La pazzia abbraccia l’anima L’angolo del labbro piegato in smorfia avvolto da un sottile dolore che non lascia respirare l’anima. Voce che sussurra e poi grida le parole disperate dettate dai fantasmi che vivono di vite parallele. Energia che si tramuta in immobilismo e poi in delirio senza quiete né logica. Mente che vaga in muti labirinti divenuti montagne pesanti e nere ragnatele. Sguardo che rincorre una luce per poi perdersi nel buio come goccia limpida persa nella nera pozzanghera. Solitario grido che diventa sospiro nel cuore devastato da tanto soffrire in voli senza ali né meta. Veglia l’angelo della mente abbracciando le scarne membra profanata anima in gocce di pianto.

Alda nel cuore 2014 44

Antologia di poesia contemporanea

Francesca D'Andrea "Spupita" Aspetto il bacio indelebile, che la morte cancella. Ancora vige quell' ansia. Mia, nel petto. Serpe di seno a padre duro. Capezzolo. O forse capo e basta. E basta, basta, basta basta. Ma non basta Sangue misto ad acqua. Cola la linfa sterile .. cala come lingua nel palato. E lei là, saliva.

Alda nel cuore 2014 45

Antologia di poesia contemporanea

Sandra De Felice Per regalarti versi (per Alda) Per te anima innamorata di segreti baci raccolgo petali di rose sparsi tra le spine... con onde spumose del mare e briciole di nuvole dipingo i sogni all'alba e i pensieri tuoi al crepuscolo... Anima innamorata di verità profonda per te la notte sveglia accanto al fuoco scrivo parole immacolate… per te raccolgo ogni silenzio per regalarti versi...

Alda nel cuore 2014 46

Antologia di poesia contemporanea

Rosalba De Iudicibus Un amore lontano (per Alda) E’ lacerato questo pezzo di cuore lontano… Un Amore voluto, cresciuto… preso per mano… a stento vissuto! Sottile agonia tra brandelli di tempo, lunghe attese di sogni e speranze! Lacrime, prive di consistenze…! E’ lacerato, questo pezzo di cuore lontano che della vita ne assapora soltanto un gusto amaro, di un futuro incerto, vano! Silenzio scorrere del tempo, spettatore triste e distante, di viaggi immaginari che logorano e negano sorrisi! E’ lacerato, questo pezzo di cuore, che a brandelli sopravviva ad un Amore lontano.

Alda nel cuore 2014 47

Antologia di poesia contemporanea

Assunta De Maglie Smarrita Paralleli i passi distanti dal suolo hanno smarrito il tempo e la meta… come sogni che vagano attraverso le galassie senza più un cielo… o come acqua che trasborda da una pozza per l’offesa di una pietra. Nelle anse delle ore neanche una voce che accarezzi il dolore. E’ sale che corrode, il tempo… Il sole è un inganno… Abito i miei labirinti, non odo più gli insulti del vento e nemmeno le mie urla, ci sono qui porte serrate su stanze di vita, di colori, di baci e cioccolato. Le parole non hanno più suono né aderenza, scivolano giù nel cono d’ombra del silenzio. Un solo rumore: i tonfi spietati del cuore che non vuol saperne di tacere.

Alda nel cuore 2014 48

Antologia di poesia contemporanea

Marina De Sanctis Trema la mente Sapessi dove sono ora poserei il mio pesante fardello arrestando i miei passi cementandoli al suolo. Guarderei intorno a cercare una fune a sostegno o un punto di luce per le ciglia cadute. Svuoterei la mente da tutti i pensieri dolenti e le tasche da chiavi in disuso. Grido dentro ché fuori non ho voce e non so parlare non ho più un pianto pronto a vomitar dolore a bestemmiarmi il nome a morder forte l'anima cerco un muro dove inchiodare la mia ombra e fucilarla!

Alda nel cuore 2014 49

Antologia di poesia contemporanea

Anna De Santis Sarà…. E’ tutto qui un bicchiere per andare avanti la mia vita tra dolori ed affanni ricordi che non mi lasciano riposare una finestra che mi riporta al mondo non ho la forza di affacciarmi e guardare per vedere se piove fuori o c’è il sole… Poco importa cosa c’è oltre quella porta che ho chiuso a chiave i miei vestiti sono incollati alla mia pelle nemmeno mi spoglio per dormire convinta ogni notte di morire. Anche l’ultimo fiore piantato si è rassegnato quando ancora avevo un po’ di vita l’ho annaffiato ora come me appassito chiede acqua spera che qualcuno le dia una mano e poi rifiuta insieme spera e poi allontana chi l’aiuta…

Alda nel cuore 2014 50

Antologia di poesia contemporanea

Momo Della Porta Io sono qui Io sono qui, eppure altrove. Respiro oggi, eppure muoio nei sospiri di ieri, e in quelli di domani. Corro quando riposo, non mi affanna l'ozioso fumo del tempo che rivedo, e che verrà. Ignavo e vuoto il riflesso dello specchio, celati ormai i campi che calpesto, le mura che abito in fuga. Il corpo non è presenza, ma realtà che ancora viene, o che è già passata.

Alda nel cuore 2014 51

Antologia di poesia contemporanea

Daniela Dellocchio Cara Alda Cara Alda, scriverti in un pensiero che abita la terra intrisa di lacrime è l’oceano dell’immenso imbrattarsi, e io resto dove i rossori giacciono ancora, sui navigli pregni d’amore nella sera che albeggia, come un tramonto piovuto dalle tue mani sulle dita, a navigarmi gli occhi delle maree lungo l’ampolla del cuore, e la luna s’infrange alla parola. Mi manchi.

Alda nel cuore 2014 52

Antologia di poesia contemporanea

Grazia Denaro E passai il cammino della Terra Santa E passai il cammino della Terra Santa dove dovevo essere purificata dai demoni che mi possedevano obnubilandomi la mente e dissociandomi il pensiero. Non so se per attimi, per giorni, per mesi o per anni perdetti la mia vera identità. Ero ombra che vagava tra altre ombre silenti, urlanti, alcuni avevano impressi ghigni orripilanti altri con visi dolenti inondati di lacrime lordati di muco, imbrattati di feci e d'urina emananti un tanfo obbrobrioso e micidiale. Il mio umore sbalzava tra il pianto e la speranza, a volte cercavo le mie radici, la mia appartenenza in quel mare del nulla ma mi sentivo un'esule coatta. Ero denudata, pietrificata come una colonna ingessata a questo lager condannata. Non possedevo né foglie né fiori, ero radice maligna che assorbiva sofferenza e timore. A volte degli sprazzi, mi nasceva una profonda luce d'appartenenza a tutte le figure che mi avevano circondato nella primaria mia esistenza, ma erano momenti poi tornava ad invadermi lo smarrimento e lo stordimento causatomi dai farmaci venefici. Ero immersa in un buco nero, un acquitrino dove incombeva l'ombra scura del terrore, il mio urlo era silente e costante, usciva dalle mie viscere più profonde ma nessuno badava a me né notava, né percepiva i miei immani tormenti... Alda nel cuore 2014 53

Antologia di poesia contemporanea

Maria Carmela Dettori Evanescenti forme Evanescenti forme giacenti aggomitolate dentro cesti di canne su paglia e fieno, ferite alla flebile fiamma della candela, nemmeno un cuscino di raso a sostenere le onde del mare in burrasca, nemmeno una rete da pesca a raccogliere gli occhi bruciati dal gelo, forse soltanto una mela racconta le orme dei passi segnati sui muri, mentre le ombre si alternano in giochi crudeli, dove l'amore è sepolto da foglie lasciate marcire. Alla radio la stessa canzone, col volume portato alle stelle per disperdere in aria i frammenti di sogni lasciati a cospargere cenere sulla bocca di camici bianchi, petali strani di odori inusuali a rammendar le sinapsi, mentre l'anima intatta scava luminosi cunicoli nei grumi di sangue rappreso e scrive con acqua di mare sui fogli fatti di sabbia stesi nel vento e nel sole, come bandiere d'un solo colore - lasciatemi stare nell'oasi quieta della mia imperfezione, perfetta nel sogno e nelle lacrime amare, ladra perfetta di notti d'amore su lenzuola di seta, unico tarlo la follia del dolore -. Sui tetti macchiati da cieli di fango si perde l'inchiostro di emozioni passate, in scatole bianche riposte e ingoiate. Evanescenti forme si destano ancora tra fiori di campo e madri appassite ai riverberi di primavera.

Alda nel cuore 2014 54

Antologia di poesia contemporanea

Valentina Di Caro Numero 22 Non parlo più, da tempo. Stanca di sentirmi triturare le mie bestemmie. Stanotte contavo i quadretti del mio pigiama. Non arriva mai la morte quando dovrebbe. E' solo una facchina, come tante altre. Sì, sarà meglio considerare questa stanza l'atrio di una fumosa stazione di periferia. Mi hanno portato via anche l'orologio. ' Non serve', dicono. Forse. Ma qui dentro se non fosse per la luna che amica dei miei disordini, si confonde alle gocce nel bicchiere potrebbero passare anni, mendicando la colazione. Oggi vogliono farmi parlare. Mi copriranno il capo con la scodella, quella con i fili. Se mai potessi, volentieri ricorderei il viso di mia figlia. Altro non so, altro non sono stata. Una madre qualunque di una figlia speciale. Sai, se fossi al fronte, potrei sperare che la radio un giorno annunzi la fine della guerra. Ma qui si muore anche senza spargersi in sangue e non nasce mai nessuno. Agli uomini hanno riservato il piano superiore, quello coi bagni piccoli. Noi dormiamo vicino al refettorio, ma mangiamo nelle nostre stanze. Troppo rischioso il contatto. Non starò qui a lungo. Basta dimostrare loro che mi lavo che mangio a orario e che non svuoto il secchio con le mie feci nel canale. La poesia no, non devo nominarla. I voli sono sintomo di ebbrezza e le parole sarebbero scarnificate per riempire di significati intrinseci i miei fascicoli. Sono la numero 22 e tutto va bene.

Alda nel cuore 2014 55

Antologia di poesia contemporanea

Bartolomeo Di Giovanni Madre oltre Gerico Placido traditore lettino reggeva il tuo corpo nudo e freddo… Senza grazia di calore, stringevi la morsa tra le tue labbra e vortici d’atomi a conduzione elettrica danzavano dentro il tuo cranio. Amore, amore mio, ti fu madre l’ironica follia che prendendoti per mano ti rese madre oltre Gerico…

Alda nel cuore 2014 56

Antologia di poesia contemporanea

Marilù Di Liberto Attonita E’ lei, severa regina della poesia sofferta, ci guarda incredula dall’alto del Regno. Ci osserva pensierosa, meravigliata, attonita. Si domanda come lei, povera e detestata martire, possa essere oggetto di febbrile attenzione. Negletta e sconsolata, nella vita abbandonata, folle, dannata, adesso, giustamente, da tutti ammirata. Misteri della vita, misteri della morte!

Alda nel cuore 2014 57

Antologia di poesia contemporanea

Teresa Di Maria Follia Follia è l'urlo dell'anima nel silenzio tutto tace buio nella mente è l'anima che ha scelto l'assenza per proteggersi difendersi da un dolore da un non calore e si arrende follia è crepa fessura un raggio di sole penetra leggero soave l'accarezza e ritorna il respiro della presenza che sente che vede che piange che vive.

Alda nel cuore 2014 58

Antologia di poesia contemporanea

Paola Di Matteo Fiori dal nulla Vero che la follia trae le sue figure dal buio? Come fiori accesi dal nulla? Una supplica (regala petali) di blasfema ribellione contro il tempo. Riesce ancora a farti paura. Non è meraviglioso? È velata è ingarbugliata è caleidoscopica. Io vado dove va lei è necessario. Bella di pura eleganza. La controfigura di un sogno.

Alda nel cuore 2014 59

Antologia di poesia contemporanea

Rosalba Di Vona Magia della solitudine dell’anima Resto ad ascoltare il lento passo Che spesso appare scomodo Ma intimo confessa L’intervista all’anima inquieta Aggrovigliata nella sedia preferita Stringo al petto le ginocchia e fisso Piedi scalzi laccati di rosso e Mani lente a massaggiare caviglie Sguardo dolce che implora energie Nell’intimità del grande silenzio che Racconta anche ciò che non sopporta A chi non l’ascolta senza inorridire Magia della solitudine dell’anima Che non ha bisogno di lenti per vedere e Credere nelle azioni che verranno ricompensate o Per trovare approdo dove il razionale è latitante Cerco solo l’intuizione giusta quella dei verbi che bramano Gesti da fare per incontrare la speranza di futuri migliori Non si sopravvive oggi se non si pensa al domani Il dolore della vita è maestro e in lui cerco la speranza.

Alda nel cuore 2014 60

Antologia di poesia contemporanea

Salvina Distefano Inno ad Alda Alito di brezza leggera soffia lieve sul mio cuore. La vita ti ha tradita, lasciandoti da sola in ampie stanze vuote, straziata dal dolore... L'oscurità, impenetrabile e totale, l'hai squarciata con i canti tuoi più belli che il tempo non cancella... Come un usignolo, ferita e moribonda hai composto melodie, ergendoti a Regina dell'animo profondo...

Alda nel cuore 2014 61

Antologia di poesia contemporanea

Franca Donà E scrivo sui muri E parlavo al buio Con le mie ferite Parlavo dei miei amori - la notte strusciando lamentose carezze sulle ginocchia livide e tu tornavi angelo del peccato brandendo la spada possedendo ciò che restava del mio esistere senza giorni e le ore per quel frammento di luce avevano un senso la carne era viva e lasciavo il tuo nome fra le scritte sui muri per paura di aver sognato o di essere pazza davvero.

Alda nel cuore 2014 62

Antologia di poesia contemporanea

Rosa D’Onofrio Ad Alda Ti guardo, ti osservo, donna non di carne ma di poesia. Mi inebrio dei tuoi versi e penso, e sogno, e soffro... L'amore tuo è anche mio solitario, tormentato, come onde del mare legate con catene d'acciaio in attesa di uno spiraglio di libertà, di speranza, solo mio... Mi tormento come te, mi inebrio come te, mi arrabbio come te. noi due: io piccola donna, tu... grande ed immensa!

Alda nel cuore 2014 63

Antologia di poesia contemporanea

Anna Dusca Bassignani Follia… Follia, dolce, tenera, meravigliosa Follia. Generosa compagna di vita, fonte salvifica di ispirazione. Giogo mortale per la bieca normalità, privilegio di poeti e cuori impavidi. Inafferrabile amica, onnipresente, fragile, incoerente. Luce per le mie zone d’ombra, ombra d’ogni lucido pensiero. Amante e amata, odioso vizio a detta dei perdenti, fonte di vita eterna per i sognatori. Fiamma che arde nella mente, culla dei pensieri, gemma lucente che inebria l’anima di luce viva … Follia, che guidi la mia penna sopra questo foglio … Follia, come fiammella tremolante in questa buia stanza … Follia, sopisciti ora e torna a dormire nei meandri dell’anima mia, giacché nessuno, trovandoti qui, capirebbe mai quanto io t’ami. Alda nel cuore 2014 64

Antologia di poesia contemporanea

Patrizia Ensoli Un paese lontano Poi ci sono io, i limiti miei umana condivisione dove eloquentemente parlo all'altra me punto futuristico, esaltazione alla bellezza velocità sul circuito di un orbita troppo vicina ai sogni con le conchiglie nelle mani e nell'udito suoni di piccoli gioielli salutati ritrovati poi negli occhi del mio passato dove torno da lontano introversa ombra vaso di Pandora, intruso invisibile nella sfida con il tempo che coglie la nota un fil di voce sussurrato di una vecchia somiglianza crepitante qualcosa da cui riparto e non muore il tempo passando veloce senza quasi sapere dell'infinito richiamo che conta i miei geni.

Alda nel cuore 2014 65

Antologia di poesia contemporanea

Anna Luisa Erbaio Onde libere Lasciate che vivi la mia fantasia, datemi la possibilità di essere come sono, tutto quello che ho dentro non sarà mai come una spiaggia senza impronte, mai calpestata da piccoli piedi, voci dolci di anime libere, rallegrata da onde battenti sulla fresca riva. per Alda

Alda nel cuore 2014 66

Antologia di poesia contemporanea

Siria Evangelista Lento cadere Per contrastare il pensiero incontrollato della mente ancorata ad un passato statico e assente, lavoro di fantasia, ricerco immagini. Volti ed espressioni tornano ed io le accolgo; riprendo quel che un tempo era mio. Nel buio della notte, le voci riemergono, sempre più alti sono i toni; la musica irrompe, intorno a me vedo le loro danze, guardo i balli delle feste trascorse. E’ la magia del ricordo. Anime amiche mi accarezzano, sussultano, sussurrano il mio nome. La mente è distorta, non si collega al presente. Dall’alto guardo il mio lento scendere, vedo il fondo, vedo il buio; desidero, cerco il masso, il punto fermo per aggrapparmi; tutto inutilmente, scendo, scendo, scendo.

Alda nel cuore 2014 67

Antologia di poesia contemporanea

Rosa Falabella Il poeta Una penna dal tratto fine e delicato imprime le emozioni di una vita tra sorrisi e dolori. Il poeta tende la mano per donare. Avvinto dalla passione sopravvive di luce Divina. Ma la città è triste, mentre sbocciano fiori e nascono spine nessuno pensa all'eternità dei suoi versi...

Alda nel cuore 2014 68

Antologia di poesia contemporanea

Giovanni Maria Fancello Scatole ergonomiche d’assalto In alto sul trono la scatola è sola intona il ritmo di un ronzio lineare rompendo il silenzio voci senza più bocche s’addensano in nubi screziate piovendo lacrime dal cielo nero ecco gocce d’inchiostro sul candido foglio intriso ne è il cuore velata ne è l’empatia non mi vedo da eco inascoltato trascinato dal pensiero dedalo percorrere binari diafani eppure sento il rumore dei miei passi se solo m’accorgessi dell’inganno pur se ormai sento il dolce risalir dell'Anima di anno in anno.

Alda nel cuore 2014 69

Antologia di poesia contemporanea

Maristella Fasanaro Un angelo ferito Angelo caparbiamente ferito, protagonista di un destino avverso, sfuggi allo sguardo e non sai capire il mondo dietro quel triste muro. Frammenti di pensieri, lunghi silenzi, occhi smarriti, implorano aiuto. Forse la tua mente attraversa la strada del cielo, galoppando nelle stelle, alla ricerca della sua aurora; mentre il tempo viaggia lungo la strada dell'ignoto, prigioniero in un percorso spinoso, dove attende, incessantemente attende, una favola da custodire.

Alda nel cuore 2014 70

Antologia di poesia contemporanea

Pietro Erasmo Fasani Io... dentro Venni al mondo piangendo come tutti d'altronde. Il pianto rimase sempre in me. Cavallette con occhi di demoni voraci battevano le elitre in una frenesia spasmodica d'avere. Sciame demoniaco messaggero degli inferi... cupidigia... arroganza... avidità... bramosia... le tue virtù. Senza remore dilaniano le vite altrui. Libellula libera nel sole... volare sull'acque... gioire della vita. Vivere da libellula in sciami di cavallette lottare per l'essere ed essere dilaniato dall'avere. Ed il pianto rimase sempre in me.

Alda nel cuore 2014 71

Antologia di poesia contemporanea

Francesca Ferrari Bettola conica Che ne sai dei miei gorghi tu che vai nella luce nominandola divina e mi lasci in un noi di niente al buio nella bettola conica ché non ho mai silenzio nella testa e la lingua accavalla spazi vuoti per riempirli [il bambino si mette un dito in bocca e aspetta una carezza]. Il senso mi si perde, mi si perde intorno all'essere. La strada sarà un buco a risucchiarmi. Ti ho detto lui è morto! Forse parcheggiavi il tuo cervello in altri baratri.

Alda nel cuore 2014 72

Antologia di poesia contemporanea

Elisa Fiengo Lacrime Per gli altri son pazza. Ho il buio dentro di me ma io ho i miei colori il mio mondo è pieno di colori. Il mio cuore è vivo palpitante dilaniato ho le mie parole il mio respiro le mie lacrime provate ad asciugarle sanno di amore di tempesta sono miste a sangue ignorate provate a leggere il mio pensiero non parlate ascoltate in silenzio in ginocchio nel rispetto di chi piange.

Alda nel cuore 2014 73

Antologia di poesia contemporanea

Valeria Filippo I Matti L’immensa fragilità umana negli occhi dei matti: sguardi assenti e perduti nel vuoto, impauriti semmai dai camici bianchi, inseguiti e tormentati e da fasulli farmaci inzuppati. Dietro vetri di opifici di letame e carcasse di letti arrugginiti, disegnano con pennini di unghie ingiallite da mezze cicche chieste in prestito. I matti sono quelli temuti se arrabbiati, e compianti se straziati da voci di lupi affamati di carne già putrida. I matti… sono cento, forse mille, dietro i vetri di una finestra grigia: occhi del mio amico di pazzi, scampanellati giochi infantili.

Alda nel cuore 2014 74

Antologia di poesia contemporanea

Maura Fusco Gli insegnamenti della Poesia Seppellirò nel cuore le parole che avrei voluto sussurrarti soffocherò le emozioni dei ricordi che nei giorni impallidiranno. Spegnerò tutte le stelle in cielo e aspetterò l'eclissi che si sovrapponga al sole perché luce oggi mi sei insostenibile. E quando il sole mi accecherà di nuovo riguarderò in fondo alla mia anima per ritrovare l'innocenza di bambina. Imparerò a mordere le mie labbra prima di ferirti ancora ed amerò il silenzio che mi parla di te. Poesia stordiscimi con i tuoi versi insegnami la semplicità di un cuore innamorato portami lontano nel tuo mondo dove tutto è possibile dove il tempo non si conta ad ore ma è vissuto in interminabili attimi dove anche le più piccole cose sono importanti dove una fragile donna come me può trovare la serenità.

Alda nel cuore 2014 75

Antologia di poesia contemporanea

Fabio Gagliardi Come un lupo Mi addentro in meandri della mente coperti dalla polvere del tempo e della mia memoria che vacilla per cancellare vergogna per antiche paure fragili macilente abbandonate mai più ricordate eppur pronte ad azzannar la mia sicurezza con la ferocia di un lupo renderla inerme pavida tremebonda sento dentro lacerarsi carni ansiose mordono mani frementi ormai consumate se ne impossessano e poi giù si rituffano nel profondo di me anima persa paurosa fragile persa in percorsi oscuri difficili da far riaffiorare fra ricordi sempre più fumosi e malcerti come tesoro tenuto in fondo celato nelle più angosciose segrete stanze del mio pensiero assente sento lupo ringhiare nelle mie ormai molte notti insonni dentro di me.

Alda nel cuore 2014 76

Antologia di poesia contemporanea

Concetta Galibardi …Mentre ho voglia di cielo… La mia mente è ormai considerata da tutti un ufficio di cose smarrite e da alcuni individui, in abito bianco, da sembrare angeli, un giardino in disuso che in alcune ore del giorno diviene zona fertile da controllare, osservare... a volte da violentare. E passo il tempo in un angolo, tra un controllo e una violenza, in attesa di una mano gentile che mi prenda e mi porti lontano da lì. Passa il tempo e cosa smarrita resto! Ci sono altri oggetti smarriti intorno a me, li vedo, li sfioro, insieme inspiriamo forte la comune aria e parliamo con la nostra ombra. Il tempo passa e graffia la mia anima... e son sempre più come foglia secca nel vento d'autunno che sbatte contro muri con crepe profonde da dove si vede il cielo. Grido guardando l'azzurro, un grido che non è follia, è paura... paura di non volare più e restare prigioniera tra angeli che mi sedano e mi uccidono dentro. Alda nel cuore 2014 77

Antologia di poesia contemporanea

Lorella Gatti Tristezza infinita Come venissi sul mondo e sgorgassi da tutto ci sfiori con le tue armi sottili e ci immergi in una crudele solitudine. Vagando con il pensiero anche i dolci ricordi appaiono velati di tristezza. Le nostre piccole gioie sono solo esili fili che presto vengono schiacciati dal tuo passo pesante.

Alda nel cuore 2014 78

Antologia di poesia contemporanea

Eloisa Gattuso Raggi spenti... Raggi spenti Si arenavano Sul tuo domani Nella gogna Di menti E corpi piegati Al disagio Di soggiorni sofferti E forzati... Ma non è mai Calata la notte Sul delirio Del tuo cielo! Tra sbarre di dolore Strappando catene Di vergogna Raccoglievi Frammenti di fiducia Per librarti Sulle ali dell'anima Verso orizzonti Nutriti di speranze A dipingere L'ardore indomito Del tuo spirito Che musicava Con tocco vibrante Assai delicate Note sublimi Di eterno amore Alla vita! Alda nel cuore 2014 79

Antologia di poesia contemporanea

Francesca Ghiribelli Lacrima di falena Camminavo fra gli inquieti gemiti del vento e udivo il lamento del gufo solitario e triste che come me frugava impassibile tra le pagine del tempo; mi fermai lì sul limitar del bosco dove la radura crea un gioco di luci a dispetto della scura notte: le braccia del cielo rapiscono occhi di stelle per avere il sospiro della luna. Appoggiai la mia stanca schiena al tronco di un albero, mentre l’edera usurpatrice di pace soffocava il suo sonno generatore di ombre, così mi sentii cullata da quella innaturale pace in cui chiusi lo sguardo al mondo e lo aprii a gocce di sale: una lacrima scese decisa sul volto e una falena bevve dal mio pianto. Fu un istante di conforto in cui colpita dal gioco di luci del cielo confuse lo scintillio dei miei occhi per la lanterna dei suoi rimpianti. Poi spiegò le ali e volò altrove dove io avrei voluto fuggire, ma oltre ai miei malinconici pensieri rimasi lì con le palpebre inumidite da una lacrima di falena.

Alda nel cuore 2014 80

Antologia di poesia contemporanea

Umberto Ginanni Poesia Avrei voluto trovare nella libertà del vivere con gli altri quello che avevo sentito spesso negli occhi di certe persone, la bontà di chi aveva conosciuto la prigionia del dolore dentro.

Alda nel cuore 2014 81

Antologia di poesia contemporanea

Maria Pia Giovinazzo Follia? Dove stava la follia donna meravigliosa la tua pazzia... meravigliosa poesia Di te pezzi di vita, un suono nell'ombra mal d'amore nelle rughe del tuo cuore. Poetessa dell'anima, una storia, una vita cantavi il romantico sogno nella notte, davanti al palcoscenico buio di un teatro dove piccole marionette allibite ti guardavano. Su quel palcoscenico di matti recuperasti la tua vera dimensione ti ritrovasti folle e disperata ma libera e felice Follia? Dove stava la follia... follia... era la tua poesia. ad Alda Merini con amore

Alda nel cuore 2014 82

Antologia di poesia contemporanea

Giusy Grasso E non c’è posto per me?! 1,2,3,4,5… Dove si va, cosa si fa?! Ma ho lavato le mani? Ho chiuso la porta? Un dolore profondo mi sconquassa la testa. Il pensiero si arresta ma l’immagine avanza: è quella nera figura che anche se chiudo gli occhi mi sta appresso, mi cura tra pugnali e balocchi. Ma quanto è vasto il mondo bello e brutto, bello e brutto il mondo e non c’è posto per me?! Senza rispetto, nessun rispetto per un povero pazzo, un reietto. Ma che strana malattia buon Dio senza onore né ragione, solo spade in mezzo al cuore. Mentre corro, da una tasca scivola una trottola di legno dai mille colori la mia mente catturata da vecchi amori, da vecchi amori… Ma quanto è vasto il mondo bello e brutto, bello e brutto il mondo e non c’è posto per me?!

Alda nel cuore 2014 83

Antologia di poesia contemporanea

Agnese Iannone Anime fragili Equilibri sottili si spezzano e anime fragili come vasi di cristallo orientarsi più non sanno. Senza meta vagano tra una folla di pensieri angosciosi per boscaglie di sterpi spinosi, alla ricerca d’ una via d’uscita. Non ha senso la vita se la facoltà di pensare da chiodi fissi… ossessivi è impedita. Sostenendosi a un bastone di solidale comprensione e paziente collaborazione, forse la trovano. Tra le nuvole del cielo la luce solare d’improvviso appare, tra i meandri d’una mente al buio filtrano bagliori di speranza a ritrovare l’io perduto.

Alda nel cuore 2014 84

Antologia di poesia contemporanea

Iaschi Antonella e Gemma Messori Poesie per Alda e con Alda A te che mi chiedi come si fa a scrivere. io dico: avendo dentro un amore tremendo e sperando che un uomo si ricordi di te. E questo è in me da sempre, per sempre (Alda) ... quando tace la speranza le pagine diventano deserto e le parole ami avvelenati. Nessuna mano libererà il mio labbro se non la morte. E tu lo sai da sempre, per sempre. (Antonella) Sciolgo i capelli sui versi per sentirli arruffati fra le tue mani fanciulle di eterno naufrago. Sabbie del tempo colorano sorprese da sempre, per sempre. (Gemma)

Alda nel cuore 2014 85

Antologia di poesia contemporanea

Angelamaria Lina Intruglio Alda: regina incoronata Hai consegnato al mondo il tuo amore, la tua rabbia, la tua impotenza, e i tuoi versi intrisi della più pura essenza di Donna. Lieve il respiro, nell’ansimar della paura. Rotondi gli occhi di cucciolo braccato. Angelo in preghiera accostata al muro di quella casa grande, ostile e sconosciuta. Non hai catene ai piedi, solo morsetti di ferro a dilaniare il cuore. Dignità dissolta nella negazione di riverirti, indifesa Donna, perché la tua camicia, non ha merletti o pizzi, ma solo duri lacci a stringerti le braccia nella posizione di preda catturata. Alla tua smarrita mente, ha ridato vita solamente l’Amore! Unico sentimento che ti ha sollevata dal torpore. Agnello sacrificale, donna, mamma, bimba, amante, respiro e fiato, tutto rimane inciso nei tuoi versi. Tu, Alda, regina incoronata, hai consegnato al mondo la tua Anima la tua Poesia nella più profonda essenza di Donna.

Alda nel cuore 2014 86

Antologia di poesia contemporanea

Simonetta Ioan È buio Oltre la notte... respiro, forse. Desiderio spento nel silenzio sovrano rifugio divenuto prigione. La paura dilaga lasciandomi inerte. È buio oltre la notte... respiro, forse. Angoscia infinita non c'è via d'uscita. La follia... a un passo da me. Ora il respiro riprende nella solitudine infinita tendo le mani come ultimo appiglio. L'urlo esplode urgente con voce possente Vita! Eccomi a Te!

Alda nel cuore 2014 87

Antologia di poesia contemporanea

Luca Ispani Aut (Children are aut) Affetto tagliente nel mio mondo non puoi entrare sai soffro tanto dalla casa all' ospedale. Vedo forme nelle nuvole mi cercano mi assalgono aiuto! Mi faranno male voglio la tua mano ora sotto forma di carezza. Io non posso offrir certezza nell'amore e nel dolore fisso contorni disegno confini repressi come le parole che non mi vengono, si ghiacciano nel cuore ma ti tengo le dita giocando. Sto bene, allontano mostri annidati nei sogni.

Alda nel cuore 2014 88

Antologia di poesia contemporanea

Michele Izzo La mente altrove L’imponente fruscio di in tuo verso mi avvolge Alda galleggio oscillo prigioniero anch’io di ombre tormenti e lembi di luna. Mi rammenti di smarriti sospiri di silenzi eloquenti mentre avvinghiato allo svolazzo vorticoso di una rima indugio sul tuo viso e scorgo una ruga un tarlo che come il vento soffia tra le ciocche e non fa riposare i pensieri. Ma ribelle nello spazio di un palpito di luce già fluttui con la mente altrove. Sarà che emetto solo barbari echi mentre sputo nella volta azzurra e immensa dei miei taciti specchi ma spasimo di tutto il frutto di una lucida follia e a morsi stacco avido il meglio di ogni tua poesia. Alda nel cuore 2014 89

Antologia di poesia contemporanea

Ada Jacono Schizzi di cuore La vita, la tua vita un dipanarsi di vie sconnesse aggrovigliate condussero in un bosco senza fronde dove l’anelante tuo sole apparve a tratti. Nei tronchi arsi solchi segnavan l’arduo cammino e i segni delle unghie piangevano linfa intrisa di dolore. Dardi furon le parole che esprimesti accusatori di un malessere di vita. Schizzi dal cuor lanciati urlano ancora testimoni di perenne ricerca… dell’oblio.

Alda nel cuore 2014 90

Antologia di poesia contemporanea

Carmelina La Manna Il Tuo sorriso Nei miei pensieri ricordo il tuo intelletto. Intravidi note ti parole d’amore racchiusi su carta bianca del senso segreto che mettevi in luce, dove il tuo dolce sguardo attira il sentimento poetico e rendevi certa la forza delle tue espressioni con perle della tua collana, che semini nel giardino della tua giovinezza. Una voce tuona potente nella tua mente, ti sorprese, e pregasti nel letto dell’assordante silenzio affinché portasse via le domande del tuo pianto, con gli occhi chiusi nell’angustia corrente. Una grazia con pezzi di gioia aggrappò la tua vita, liberò la tua bianca anima da quell’ombra nemica. Volgesti lo sguardo nel cielo infinito, le gemme della luce illuminarono il tuo sorriso. Si pianta e si accende come una rosa nel sentiero dell’alba nascente. Sfiorasti con le dita impetuose i fili d’oro e d’argento delle corde di un’arpa antica. La tua musa ritorna nella tua vita come una danza splendente a far rifiorire il tuo talento.

Alda nel cuore 2014 91

Antologia di poesia contemporanea

Giuseppina Latini Paradiso infernale Un palcoscenico come la vita, una stanza triste e buia, la mente che urla in un silenzio angosciante. L’amore sensuale, caldo, spento e dimenticato. Morte, malinconia e pianto. Cattiveria, distruttiva indifferenza e voglia di innamorarsi ancora. La forza di non mollare in quelle parole dell’anima che inevitabilmente circolano trovando spazi tra indolenza e angoscia per scolpirsi su fogli colorati di rosso come il suo rossetto che mai nessuno riuscirà a cancellare o rinchiudere in un cassetto. A te fragile, sensibile, infelice, isolata, incompresa a te donna vera.

Alda nel cuore 2014 92

Antologia di poesia contemporanea

Melina Licata Senza luce nel mondo Anime afone prigioniere del tempo mentre ombre volteggiano nel vuoto in menti che vagano senza scampo. Anime vive senza luce nel mondo a capo chino, a passo lento, senza più pianto. Anime, solo anime senza più corpo ch'attendono una mano, un sorriso, il ritorno d'una vita che dia a loro un senso.

Alda nel cuore 2014 93

Antologia di poesia contemporanea

Marina Lovato La scrittura piangente La prova crudele è arrivata ed ora il cuore piange e sanguina. Sono giorni di infinita tristezza. La scrittura, mia amica di vita, mi abbandona. Mi rifugio nel sogno del nulla sotto la chiara luna.

Alda nel cuore 2014 94

Antologia di poesia contemporanea

Rosella Lubrano Dea Quel giorno te ne sei andata come una tenera farfalla dalle ali spezzate, in punta di piedi, come un soffio di vento tra le spighe del grano maturo. La tua anima dolce e discreta è volata nei giardini del Cielo, io l'ho vista, l'ho toccata e ho sentito in me l'armonia del tuo canto d'amore. Tu, dolce Musa, hai sconfitto il buio della sofferenza ed ora sei immortale, le stelle ti invidiano, i mortali ti piangono... Quando Dio vorrà spero di abbracciarti e poterti parlare della vita passata, volata come un gabbiano, e questa volta, ti prego, prendimi per mano.

Alda nel cuore 2014 95

Antologia di poesia contemporanea

Loriana Lucciarini I miei sogni, la mia vita vorticose emozioni pensieri confusi parole non dette o pensate. Mai più su ali di sogno, mai più nel buio stanzino. Tramonto di un giorno passato e nel cielo un volo di rondini.

Alda nel cuore 2014 96

Antologia di poesia contemporanea

Daniela Lupi Abitare Abito dentro di me mi trovo abbastanza bene esco di notte nei sogni e faccio quello che voglio … oggi devo fare pulizia generale devo buttare tristezza angoscia ansia e gelosia, i pochi momenti di pazzia metto l’aspirapolvere nei pensieri però non voglio spolverare mi piace la polvere, perché significa che niente è cambiato, sono ancora la padrona. Non dirmi di uscire non voglio stare fuori preferisco la solitudine.

Alda nel cuore 2014 97

Antologia di poesia contemporanea

Fiorenza Ornella Marino Amore Folle Siamo una nullità nulla è tutto ciò per cui lottiamo nulla è tutto ciò che pensiamo di possedere. Qual è la realtà? Tutto scivola tra le mani e ci sfugge… Chi siamo? Chi sono? Io, diversa nella mia follia quando guardo i tuoi occhi e vedo un uomo nell’abbraccio di panni candidi su fasci d’erba piena di rugiada accarezzato da onde sulla sabbia umida il suo corpo si agita nella smania di rubare quello scatto felino all’ombra di un tramonto quando guardo i tuoi occhi aridi di possesso che illuminano la notte di quella luce folle e mi sento sfiorata dall’Amore. Io, chi sono? Assetata di gocce e gocce e gocce di silenzi, di indifferenze, di illusioni. E tu… riconosci la mia follia nel riempirti la bocca dicendo: Rassegnati! Alda nel cuore 2014 98

Antologia di poesia contemporanea

Salvatore Massari Alda Sono stati Gli inganni del tempo Le delusioni A camminarti accanto Come ombre di morte che Inaspettatamente Prendevano vita E senza indugio Andavano avanti a te Ed egemonizzavano Il passo Guerriera che fosti Mi inchino Al tuo passaggio E con le mani applaudo All’eroina di un momento E ti consegno Alla luce del divenire Dove non sono più Come giganti Le ombre Innanzi a te Ma solo il chiarore Incantevole E intenso Del tramonto Addio Amica mia carissima.

Alda nel cuore 2014 99

Antologia di poesia contemporanea

Maria Cristina Matta Alda Nel silenzio, della stanza fredda e spoglia, la tua vita, lenta danza senza voglia. Eremo cuore, inquieta follia, stretta in ricordi appannati dal dolore, nel buio della ragione, fu conforto e consolazione la poesia.

Alda nel cuore 2014 100

Antologia di poesia contemporanea

Valentina Meloni Metempsicosi Anche io come te ho conosciuto Gerico ho avuto anch’io la mia resurrezione quando sorpresa da una lama, persi la pietà dentro le mura buie della mia maledizione. Peccavo di superbia. Non volevo portare la mia croce e mi trafissi i polsi con i chiodi della perdizione maledicendo il sangue che ne usciva, quasi fosse il mio dolore, ancora caldo, lussurioso come un veleno! Sola, avevo amato la calunnia, l’infamia di false promesse, elemosinato briciole d’affetto. Sorda alle suppliche della mia anima paziente non vedevo che la morte come inizio… E lì mentre la vita mi usciva dalle vene scoprii il candore di un Amore sconosciuto chiamai Perdono dentro una carezza, lo supplicai di liberarmi dalle mie mani omicide… E, compassionevoli, mi sfiorarono le mani le mie mani, le sue mani, le mani di Gesù. Le mie mani, luride di quel sangue che ho maledetto… sono quelle che ora ti scrivono della redenzione dell’inferno del vivere muto dentro a un dolore della vita da cui ho tentato di abdicare senza permesso. Sono le mani di chi ti sfoglia per non temere la solitudine dell’incipiente parola sul foglio bianco. Sono le mani di chi ti chiama dal futuro prossimo di uno spazio-tempo inesistente, ti chiama… per venirti incontro nell’aura mistica di una visione, contemplazione della metempsicosi del pensiero apologia del desiderio di trasmigrazione di una Passione antica, odiata, amata, racchiusa nel mistero che si fa Poesia…

Alda nel cuore 2014 101

Antologia di poesia contemporanea

Annalucia Meneghini Per te... Forse avrò le ali di una farfalla, mi poserò sulla tua fronte, ti sussurrerò tutte le parole che ami, volteggerò nell’aria, libera come sei tu. Donna che ha dentro di sé un cuore di dolcezza, ma il tuo cuore aveva molto di più, sapevi dare emozioni con parole semplici, la poesia entra quando è semplice, e tu cara Alda avevi la primavera nel cuore.

Alda nel cuore 2014 102

Antologia di poesia contemporanea

Serenella Menichetti Esilio rosso Un esilio rosso fu il mio: urla rimbalzavano su muri di gomma per tornare indietro come pugni sugli occhi. Un esilio rosso fu il mio: pareti grigie impregnate di fetori sordidi di lerciume lividi fino al midollo. Un lazzaretto, per la peste della mente. Un esilio rosso fu il mio: corpi pestati, violentati, sezionati come quelli di bestie al macello. Sulla testa: elettrodi... 135 volts Un esilio rosso fu il mio: luogo, dove tutto era predisposto per farti divenire folle. Un esilio rosso fu il mio: un elettroencefalogramma piatto a confessare che il tuo io era stato azzerato. Intanto che, un altro, nuovo di zecca, nasceva. Peccato solo, non fosse il tuo. Alda nel cuore 2014 103

Antologia di poesia contemporanea

Biagio Merlino Materia d'amore Alda materia d'amore, punto esclamativo della poesia pura; soffio di rose mattutine, vento passato tra petali dischiusi. Come erano enormi le stelle attraverso le grate del manicomio; e come sorridevano luccicando attraverso il dolore. Alda che la rima diffuse in alba, ora cammina con noi con le mani strette sulla poesia. Libera, come i grani del Rosario sul saio del cielo.

Alda nel cuore 2014 104

Antologia di poesia contemporanea

Maria Micelli Folle di vita Folle di vita. Rido poiché mi hanno definita folle, folle perché ho amato... Folle perché sorridevo ad un gatto o parlavo ai fiori… Carezzavo la corteccia degli alberi illudendomi di abbracciare il mondo… Or io mi domando: se sanità mentale vuol dire non sorridere, non piangere od urlare, vuol dire non sentirsi "viva" tra macerie, relitti, vuol dire non amare la vita pur se essa ci sommerge nelle intemperie, pur zoppicando tra roveti, calpestando foglie a far rumore solo per poter sorridere di poterlo fare… Mi chiedete se sono folle? Ebbene si; lo sono… Ma di vita!

Alda nel cuore 2014 105

Antologia di poesia contemporanea

Maria Elena Minciullo Per Alda Merini Cantano i tuoi versi melodie nuove che danzano giocano si divertono vanno gaie o soffrono si divincolano fuggono tenebrosi aliti d'anima. Ci sei tu in ogni parola con lo sguardo acuto e il cuore caldo penna irrequieta fra sogni che sfuggono caverne tetre del passato e l'occhio buono di chi sa e comprende il cammino di una malinconica umanità. Fra nuvole di fumo libri ammonticchiati l'uno su l'altro e odori di carnalità generosa sprofondi nella poesia cantando danzando soffrendo vivendo.

Alda nel cuore 2014 106

Antologia di poesia contemporanea

Cesare Moceo La felicità nel cuore Con l'umiltà nel sorriso a soffrire e proteggere la Tua Essenza a non raccontare effimere storie alla fantasia irrazionale di "geniali" strizzacervelli evocatori di rimpianti ammaliati dalla Tua eloquenza. Dispiegare le ali del dolore a suffragare i fermenti dell'anima senza trasformarTi in figlia di Satana e non aver fatto come altri fuggiaschi della vita a riapparire sulla soglia di casa figliuola prodiga colma di ferite autoinferte nel patimento di normalizzare i rapporti con il mondo. Voler andare in fondo al tuo Essere a combattere l'idea di pensarTi donna la cui vita può rovesciarsi da un momento all'altro incapaci Loro nelle sicurezze di uno stile di vita borghese d'immaginare la Tua piena grandezza e lasciar credere ciò che si vuole nella cecità dei sentimenti e non scorgere gli occhi vitrei della Tua felicità nell'andare avanti guardando il mondo dal basso senza chieder mai a Te stessa se potessi esser meglio o peggio di come altri ti avrebbero voluto e così aver dato un senso alla vita. Alda nel cuore 2014 107

Antologia di poesia contemporanea

Antonia Leonarda Modica Borderline Pagliaccio di carta Voli in alto poi torni in basso Veloce vertigine Vorrei distruggerti Darti fuoco E lo farò probabilmente Però il tempo passa E i giorni dei sorrisi di Gaby o quelli di Maggie I miei figli Stanno passando ma io non li ho visti.

Alda nel cuore 2014 108

Antologia di poesia contemporanea

Marco Morandi Alda (Immenso Amore) Di senza fine rupe, misura del tuo cuor Egual tempo tra stelle respiro di passion. Morsi di sol infiammano il tuo ardor. Unica te, l’immensa, potrai parlar d’amor.

Alda nel cuore 2014 109

Antologia di poesia contemporanea

Katia Musu Follia è poesia... Tra volti indiscreti sguardi eloquenti disumane condanne con stile e ironia hai tradotto in versi atroci tormenti. Dinanzi alla finestra s'è spenta la tua vita tra cenere e fiamma una sigaretta tra le dita. Esistenza dissacrata violata, umiliata rinasce in versi. silente voce bianca. Diversità divenne fato atroce cammino nel degrado sociale tra fobie e follia. Ma follia fu Poesia di silente dolore narrato in versi d'amore che han girato il Mondo dentro un cuore.

Alda nel cuore 2014 110

Antologia di poesia contemporanea

Domenico Nenna La tua forza Che cosa cerchi… leggiadra del tuo vanto tu, che leggi l’oggi e il domani gridando tra le mura del tuo silenzio ora, sei ricca con il vento tra le mani. Pensa a oggi… e ti elevi volando sulla giostra, gioendo e piangendo giochi nel salire e scendere pensavi al tuo ammirarti indifesa. Ora che tremi… tra le sue braccia aperte di chi ti ama per davvero senti la sua presenza ti volti e non vedi nessuno ridi senza alcun motivo tu, grande nel tuo piccolo seria, ti ami così, ed è già sera.

Alda nel cuore 2014 111

Antologia di poesia contemporanea

Massimo Noce Sabbie mobili Un vacuo pensiero nel tempo che scorre pavido nella determinazione di evadere dall'ossessiva stasi. Territori devastati alle mie spalle, una meta da raggiungere innanzi a me, ma insicuri sono i passi e offuscata è la mente. Infide sabbie mobili assorbono lentamente il mio corpo. Gli occhi, solo gli occhi, ancora sono liberi. Pochi attimi superstiti per guardare avanti, per osservare, tristi, un sogno che si spegne mentre cala il manto di colei che sovrasta tutti noi.

Alda nel cuore 2014 112

Antologia di poesia contemporanea

Giorgio Ombrini Ricordando Alda Merini Nata nel naviglio, sei l'angelo che ha veduto l'inferno, in pochi intervalli sei stata felice: ora vivrai in eterno! I tuoi sentimenti profondi son penetrati in molti cuori, con la tua fragilità han potuto nascer numerosi amori. Hai saputo placare dolori alle anime di tanti sofferenti, ma quanti labirinti hai attraversato in anni deprimenti. Le tue intense riflessioni per me sono Pensieri Sommi, la tua sensibilità ha tramutato in poesia i tuoi drammi. Vorrei attingere dall'infinito mistero della volta celeste, i colori per lenir ogni sofferenza, per evitar“tempeste”; quanti stenti umani, reali o percepiti, ogni dì constato, quante, invettive, urla, bisbigli, percepisco a perdifiato. Forse l'uomo non vuole sempre scaricare istinti sadici, come tu sottolineavi, ma ha violato tanti morali codici. però non è giusto usare le terapie elettroconvulsivanti, per presunte alienazioni mentali: son azioni infamanti. La sindrome bipolare può formare ombre nella mente, ma non potevi viver nel mondo assente e opprimente. La vita, mai facile, può perder di certo ogni significato, il quadro per uscir da certi disagi andrebbe pianificato. A certi periodi depressivi, alternavi fasi di eccitamento, in quei momenti eri assai ispirata,con idee in fermento! Con il disordine in casa e la voglia di sognar volentieri; ti avvertivi assai euforica, “scortata” da veloci pensieri.

Alda nel cuore 2014 113

Antologia di poesia contemporanea

Ivana Orlando Del resto ero poeta In quella specchiera d’insania intelligenza l’assenza delle esistenze toccano la mia. Nella stanza l’ombra di una lettiera come casa ricade su di sé. La verità rivela il male un’amnistia (grazia) per i miei versi. Il miei resti coscienziali pulsano di carne appesi al mio alito baciano la follia l’assolvo del resto ero poeta.

Alda nel cuore 2014 114

Antologia di poesia contemporanea

Laura Paita Leggo Quanta vita leggo oltre i tuoi occhi! Non è barriera il corpo, limite trasparente, morbida difesa ai sentimenti più segreti. Sarà la primavera che mi ha resa attenta ai cambiamenti impercettibili, alle sfumature della voce. La tua immagine riempie mente e viscere, sfonda gli argini e straripa, ridando forma alle parole che non hai saputo esprimere ed io ho letto in te.

Alda nel cuore 2014 115

Antologia di poesia contemporanea

Antonio Palladino Vita Che fare di questa vita. Quale sentiero transitare. Questa collera tenuta a stento con le redini. Questo tempo a volte utile solo per le sfere degli orologi. Il popolo, litigi e mali affari. Amori senza pace. La notte che ci soffoca, ma non ci elimina. Il pensiero di non esser venuto al mondo. Ed eccomi a disegnare strade di parole. Grattugiarci sopra lettere. Tutto per riportarci nella dimora della sostanza, dell’animo. Lontano da discordie e vuoti discorsi. Poggiare la guancia su cuscini di nuvole. Oltre il timore e la confusione, tornare a casa.

Alda nel cuore 2014 116

Antologia di poesia contemporanea

Rossella Rita Papa Aspettava Dio sulla porta del cielo Una donna stremata sedeva sul bordo pericolante d’un tetto rosso, ad Aprile. Tra le dita stringeva, come fede nuziale, una sigaretta che le scuriva il viso a nasconderne la malinconia. Aspettava Dio sulla porta del cielo, che la rapisse dal manicomio della vita: "quasi un passo all'inferno ove grida, ferite e letti bianchi le imprigionavano il cuore in una silenziosa condanna". Follia fu, per quegli uomini sordi al grido della donna che nel cuore aspro di verità trovò il suo dolore. Follia fu, la sua prigione ove scavò le mani in un pugno d' incomprensione. Leggetene i versi di donna affranta salvate gli uomini persi nei labirinti della nostalgia: malattia non fu, per piangere o gridare, il vero dramma fu nel non aver compreso la cura che si diede: "lei scriveva i suoi dolori, per liberarsene".

Alda nel cuore 2014 117

Antologia di poesia contemporanea

Nadia Pascucci Male oscuro Emozioni intense hanno travolto la tua anima troppo fragile e sensibile. Incapace di relazionarti ti isolavi sempre più. Non accettata e capita affondavi in buie giornate tra l'inesorabile scorrere della vita. Hai urlato la tua sofferenza. Il disagio... il dolore.. e lottato contro pregiudizi, ignoranza sfiducia e disperazione. Lacrime mischiate a nebbia autunnale al grigiore del tempo al vuoto di una panchina segnavano il tuo volto. Ti sei curata ma non hai sconfitto il male oscuro e lungo il marciapiede di un vuoto palazzo sei volata con i tuoi sogni distrutti e i tuoi anni rubati, stampandoli su un freddo asfalto con un grido bagnato di tormenti che attraversa l'anima...

Alda nel cuore 2014 118

Antologia di poesia contemporanea

Samuel Paterini La seta Dov’è andata Greta? Il suo entusiasmo nascosto lo sento ancora vibrare nel vento. “Di notte” diceva, “le stelle più belle illuminano il mio cammino”. Che ne sarà ora di quel pallido sorriso, tra le gocce di rugiada che le solcarono il viso? Tornerà diceva la madre, siederà su quel selciato e d’acqua fresca si disseterà. Mi vedrà quando la notte non ha occhi per vederla, la sua mano mi scalderà. Lei che non fu di luna piena e che donò il coraggio che a lei mancò. Lei che di un sottile equilibrio visse, ma poi inciampò. Greta d’un tocco soffice come la seta, tornerà domattina. La vedrò nel canto di un gallo, nel grano in un campo, nel tocco delicato di un cristallo. Lei vivrà e in un atto d’amore esonderà.

Alda nel cuore 2014 119

Antologia di poesia contemporanea

Grazio (Orazio) Pellegrino Gli occhi della mente ...Infinita... dannazione... la pazzia... sconosciuta... cosciente...in lei mi perdo... per colpe...non mie... la vivo con arroganza... lei che mi accompagna... in questo mio vivere... dove...il giorno e la notte... si rubano a vicenda... continuo...riverbero... di questa mia vita... che non mi lascia ... mai solo... sempre...annaspando... sul nulla... come una sottile... parete di vetro... ogni giorno... la mia...vita... si rompe... e nell'unico... angolo della mia mente... dove io...sono persona... chiedo...di cogliere... l'ultimo...mio fiore.

Alda nel cuore 2014 120

Antologia di poesia contemporanea

Calogero Pettineo Esserci (per Alda Merini) Vola lontano con lo sguardo oltre le immagini reali attraverso miriadi di cieli azzurri volo oltre gli occhi di chi mi guarda. Eh si... vado molto lontano assente dal tempo dove l'amore è vera poesia dove riesco a plasmare ogni attimo ai miei difetti, alla mia pazzia. Qui respiro piano tra le mille ombre solo mie dove ogni piccola cosa mi dà la felicità di vivere.

Alda nel cuore 2014 121

Antologia di poesia contemporanea

Tina Piccolo Alda Merini Eri fatta di terra e di cielo, di sogno e realtà... Le tue lacrime donavano un sorriso di speranza a questa umanità... Alda Merini, una storia del grande dolore che dona l'amore... Son incisi i tuoi versi nelle rocce del tempo e nessuno cancellarli potrà, perché sono figli dell'Eternità... Poesia che ha ali di vento, sapore di gioia, voce di pianto, oltre ogni orizzonte parla di te, nell'Universo intero... Sei così vicina al mio cuore, creatura di verità.....

TINA PICCOLO (AMBASCIATRICE DELLA POESIA ITALIANA NEL MONDO-CRITICO D'ARTE VISIVA E LETTERARIA)

Alda nel cuore 2014 122

Antologia di poesia contemporanea

Antonia Anna Pinna Cardillo mio Solo il cardillo riesce a passare tra le grate del mio capo, non sono un ostacolo per lui. Mi parla di te, i suoi messaggi scritti con il becco tradiscono un’incertezza e un lieve tremore. Non ti vedo… ma sento. Il mio piccolo cuore sorvola le zone oscure e m’illude di vedere almeno la tua ombra, tranquilla e sicura, come io non sarò mai. Spettro perenne del mio dolore allontanati un attimo, dammi un respiro decente. La mia valigia è piena di sogni che spero abbiano una forza di realizzazione indipendente, non pesa. Mi nuovo su una terra ghiacciata e scivolosa dove nessuno correrà in mio aiuto. Il cielo basso mi perseguita e io lo imploro… Unisciti con me alla terra e diventiamo una cosa sola.

Alda nel cuore 2014 123

Antologia di poesia contemporanea

Cecilia Piras Alda, voce dell' infinito D'oro ti ricoprì, bosco d'incanti ed ombre di dolore antico, madrina nell'anima, vera voce dell'infinito. Voce dell'infinito, canto ferito, testamento di lacrime. Lacrime, lacrime, lacrime: diamanti d'amore!

Alda nel cuore 2014 124

Antologia di poesia contemporanea

Daniela Pireddu La mia penna Non serve piangere di fronte al dolore, quando gli aghi pungono l'anima, quando i pensieri per non impazzire volano altrove, al di là di quello che è visibile agli occhi. E' lì, in quello strano mondo fatto di silenzio e polvere, di figure distorte e colori annebbiati che ho intinto la mia penna e ho danzato insieme alla notte.

Alda nel cuore 2014 125

Antologia di poesia contemporanea

Silvestra Pittalis Ferite aperte del mondo Nella rabbia che soffoca tutto le esplosioni implodono nell’umanità. Uomini poveri, le ginocchia piegate tra la preghiera e follia. Nessuna luce sulla nuova storia. Condizioni disumane, dove la vita ha tenuto a distanza lo spazio e il respiro, spingendo muri invisibili per la morte in agguato. Suona la campana a morto nel mondo senza legge della psichiatria, la violenza in agguato nella grandezza del cielo. Mondo lontano, ignoto, sconosciuto da umanità irraggiungibile, senza alcuna linea di confine. Il mondo è dimenticato, ed i fiori recisi da occhi ciechi. La notte scende, nel dolore della libertà perduta. Conviviamo, vivi e folli senza nessuna pietà.

Alda nel cuore 2014 126

Antologia di poesia contemporanea

Ylenia Pittiglio Alda nel cuore E' nel buio di questo sepolcro che mi accoglie generosa la follia e questa delicata sensazione di rinascita lascio spazio anche al tempo per farmi violare nuovamente. Solitudine è il pensiero che raggiunge la superficie dell'uomo. Libertà è raggiungere il suo fondale. Tuttavia non mi accontento; debbo lasciare in vita ciò che in morte creerebbe la differenza, ed è proprio tra giullari che corro, ed è a voi che desidero lasciare i miei tormenti come disegni eterni delle vostre anime.

Alda nel cuore 2014 127

Antologia di poesia contemporanea

Monica Poletti Facile per voi giudicare Mi mancavi quando ti cercavo quando troppo piccola ancora non capivo e molti anni son trascorsi con troppi abbracci interrotti. “Facile per voi giudicare” Forse piano mi sussurravi mentre chiudevi la tua stanza per rimanere sola finché ti addormentavi. Definita malattia è una lunga quanto silenziosa sofferenza la pazzia. “Quando brindo alla follia brindo a me stessa” Esponeva su di un foglio bianco dal cuor suo sofferente la poetessa. Sbocciata in primavera come un Fiore di Poesia con eterni aforismi ci ricorda “ognuno è amico della sua patologia” Un proprio mondo di rabbia e pensieri di taciti pianti e frustrazioni spesso nascosti da finti sorrisi mentre i loro cuori vorrebbero gridare “Facile per voi giudicare”. Alda nel cuore 2014 128

Antologia di poesia contemporanea

Rosy Pozzi Vibrazioni (per Alda Merini) Come carezze al cuor giungono racconti, parole e versi dell’immenso amore per la vita nonostante… nonostante l’atrocità d’architettata pazzia. Come schiaffo dritto al cuor giungono racconti di vita e d’inferno dell’ingiusto tuo internamento di sevizie subìte sul corpo e nell’anima… del trambusto che ne fu la tua vita. Ma tu… forte di te stessa rinchiusa in quel ghetto maledetto fra insulse mura isolata con potente cura straziata privandoti sempre di libertà, gesti, azioni ed amori ma mai neutralizzata da vivi pensieri che nella tua mente spaziano, volano. Vibrazioni sonanti fra ricorrenti torture incessanti di eterni angosciosi momenti che giammai al tuo cuor priveranno emozioni costanti di gesti, azioni ed amori. Odi poi impresse pel mondo in pungenti melodie rivelanti da mani parlanti con frasi struggenti come aleggiar di voci vissute a noi giunte… distanti con vibrazioni in cuor risonanti. Alda nel cuore 2014 129

Antologia di poesia contemporanea

Michele Prenna La risalita Misera vita nel disagio avvolta come cielo piombato di nubi la mente da morbo ottenebrata pare dannata a ingiuste punizioni. Giace nel pozzo fondo l'anima come luna lontanata ai sogni che disperi ritrovar la via a ridonar l'argento a buie notti. Ma viene a soccorso Poesia un turbine fortissimo di versi musica dal cuore che s'innalza. Sparsi Alda li hai ad abbondanza luci poetiche anche per i ciechi canto che ridà ali alla speranza.

Alda nel cuore 2014 130

Antologia di poesia contemporanea

Davide Rastelli “Ciau Alda” Descrìf chi la “Pùesia” l’ha fàcc de qualità… el rènt “amò presènt quaidün..”pasàt de “Là”! Pùetich ghè ‘n “Etèrnu” che l’è lì tütt pèr chi… “dèscrìf el sà cùi “vèrs” quèll che ‘l pò mài “murì”!.. Intànt..”che pènsi l’Alda… sentàt sü na cadrèga… “la vèdi lì a “fümàss” na sigarèta ‘ntrèga!.. Apèna na dumànda l’è quèll che vöri fàcch: “Fùrsi … te me cùgnùset… che mì so chì … a parlàtt”?.. Ghò mìnga … na rispòsta e ‘ndè “na nìgula de füm”… la “vèdi surìdenta… a scrìf i so “canzùn”! Fümi na sigarèta dèla sua stèsa “marca”… e intànt lì..sül “Navìli” me pàr vedè..”na Bàrca”… pièna de “Pùesia” sü n’ùnda de “Pènsee”… che lièti e in armùnia i “Scùrr .. nùma pèr “Le”!..

Traduzione “Ciao Alda”.. Descrivere chi ha fatto /“Poesia di Qualità”../è rendere “presente”/la Persona che ci ha lasciato!/E’ come rendere “Eterno”/il “Momento Poetico”../che si manifesta nei versi/di questa/“nostra”cara Amica!/Seduto su una seggiola../mentre sto “meditando “i suoi Versi../mi sembra di vederla/mentre si sta fumando ..una sigaretta /e gli domando..se per caso mi conosce../ma..non ottengo una risposta !/“Lei”..immersa in una “nuvola di fumo”../mi sorride..mentre scrive le Sue Poesie!/Mi accendo una sigaretta../e “fumo ..insieme a “Lei”../mentre..sul “Naviglio”appare/una “Barca ..carica di Poesia”/sopra onde di “Pensieri armoniosi”../che fluttuano per “Lei”…

Alda nel cuore 2014 131

Antologia di poesia contemporanea

Monica Revellino Fili Fili tirati, impigliati… fili rotti… fili esauriti… L’attesa consuma, le lune nascono una dopo l’altra. La seduzione dell’illusione tenta… sono una geisha lo so, ma solo se mi sento una principessa, l’unica. Fermarsi ed ascoltare?... La vita è movimento sempre, impossibile fermarsi anche nel silenzio… quello non esiste, c’è sempre almeno un pensiero che fa rumore, fa ridere o piangere o semplicemente tiene compagnia. Cos’è la coscienza? E il senso di colpa? Sognare è illudersi? Domande senza risposta, attenzioni anche piccole, negate… non chiedere, non chiedere mai. L’importante è non fermarsi, la stasi crea insoddisfazione, la ruota dell’anno comunque gira portando con sé cambiamento, solo chi è cieco e sordo non se ne accorge. È tempo di rinnovamento, risveglio e rinascita, lo senti il vento del cambiamento? Rotolo giù per un burrone, mi aggrappo per non cadere fino a farmi sanguinare le dita, fortissima la tentazione di lasciarsi andare. Dammi un motivo in cui credere.

Alda nel cuore 2014 132

Antologia di poesia contemporanea

Giovanna Rispoli Alda libellula di fiume un fiume di sentimenti ed emozioni riversati in insensati giorni di follia. Alda fragile farfalla di fiori di campo sensibile aquilone intrappolata in radici d’arcobaleno l’arcobaleno della vita vita d’amore umile e maestoso. Alda nel cuore porta speranza e fortezza di chi si alza e guarda avanti e tutt’intorno lodando il nascere e il morire del sole di ogni giorno a venire.

Alda nel cuore 2014 133

Antologia di poesia contemporanea

Annalisa Rodeghiero Foglie morte Andate a dirgli che sto fingendo e che è da quel giorno che il mio cuore sta urlando. Sorrido alla gente che mi sfiora il passo ma è finzione di vita che ormai se n’è andata, solo il vuoto che sento è l’espressione più vera. Guardatemi bene, inganno me stessa credendo alla luce dell’alba che nasce. Nessun giorno nasce ed io non esisto, su asfalti bagnati trascino i miei passi. Andate a dirgli che sto morendo e non basta l’aiuto di chi mi sta attorno. Non sento, non vedo, non posso guarire, foglia caduta non ritrova il suo ramo. Alda nel cuore 2014 134

Antologia di poesia contemporanea

Maria Romanetti Ti ricordo così Il rossetto sbavato e l’eterna sigaretta tra le labbra. L’abito sciatto e la collana di perle sempre al collo. I capelli scomposti e quella smorfia vestita da sorriso. Gli occhi velati di candida follia e di un immenso bisogno d’amore. L’anima assetata di emozioni e il cuore livido per i calci che, innumerevoli, la vita ti ha dato. L’alone di mistero, il fascino del tuo sguardo, l’estasi della tua poesia, la grandezza della tua arte, la morte non lacererà.

Alda nel cuore 2014 135

Antologia di poesia contemporanea

Carlo Romano La dissennata Si sono io la dissennata quella della porta accanto che di giorno urla e di notte si consuma nel pianto, sono colei che un triste giorno il destino mi venne contro mi ammalai e non ci fu scampo, con la mente andai via di schianto. Si sono io "L’emerita trasandata" l’alterata che tira i pugni al cielo e alla terra i calci stremati. Sono sempre io quella che vive di affanni colei che scrive sui muri i dolori dell’anima. Sono la matta del quartiere la scomposta che conversa con gli ultimi della terra. Sono la squilibrata, la schifata che si nutre di poesie e di pane amaro sono quella che voi scansate quando mi passate accanto e non vi degnate di uno sguardo e se lo fate… lo fate soltanto per guardarmi male. Sono la stramba, la malandata quella del naviglio grande che raccoglie gli scarti umani le amarezze… i rimpianti.

Alda nel cuore 2014 136

Antologia di poesia contemporanea

Teresa Romeo Piccola ape furibonda I versi folli di una vita vissuta e goduta tutta nonostante aver conosciuto l’inferno sulla terra. Ricordi segnati dagli orrori del manicomio e un passato nascosto dagli oggetti del tempo. Libri quadri e fotografie fanno da cornice del suo vivere. Le sigarette spente a terra, sono il pavimento di una vita bruciata dalla malattia Le campane, il loro triste suono, gravano sul cuore mentre danno l’ultimo rintocco di saluto ad Alda, la piccola ape furibonda…. E chiudendo il sipario anche la follia ha i suoi applausi.

Alda nel cuore 2014 137

Antologia di poesia contemporanea

Michela Ruggiero Distanze Avevi preso tali distanze da te, da non sapere più chi eri, con chi, quando. Ed io così folle, da partorire ogni volta un'altra me, per contenerti. L'errore più grande è stato crederti. Il più grande danno, amarti. Il danno dell'altro è ciò di cui ti nutri, la tua più alta perversione, produrlo con l' amor(t)e.

Alda nel cuore 2014 138

Antologia di poesia contemporanea

Lisa Russo Poesia… cura dell’anima Nessuno può capire cosa sia tormento dell’animo umano, se non cadi tu stesso in quel baratro di disagio e ne tocchi il fondo! I pensieri confusi non hanno spazio, perché troppi e non trovano ordine! Il cuore batte all’impazzata, togliendoti il respiro! Le mani tremano, il tuo corpo suda, ogni parola risuona in te come pugno allo stomaco! Le voci si rincorrono nella tua mente, scompigliando le parole del cuore! Ma, quando poggi penna su carta, ecco che tutto ritrova quiete e le parole danzando sui fogli prendono forma in sinfonia sublime, conducendoti fuori dall’oblio della paura, perché l’estasi della poesia è cura per la tua anima errante!

Alda nel cuore 2014 139

Antologia di poesia contemporanea

Caterina Russotti Sigaretta È inverno, fa freddo, le nuvole coprono il sole e il grigiore avvolge la città. Gli alberi son spogli ed Io solinga cammino nei giardini dell'inquietudine. Una vecchietta mi chiede una monetina ... senza proferir parola gliene dono due. Un uomo dolente ed infreddolito mi chiede aiuto. La sua gamba putrida e il suo volto sofferente mi commuovono. Gli offro la mia casa. Io sarò rifugio per Lui e lui sarà il sole dei miei giorni. Fa freddo, due passanti mi scrutano, chiedo loro una sigaretta. Il silenzio cade fra noi ... "Ti sto chiedendo una sigaretta, perché mi guardi, non sono mica una bestia." Alda nel cuore 2014 140

Antologia di poesia contemporanea

Maria Santoro Tormenti e amori di un’anima! Ancor giovinetta hai conosciuto dolore e tormento perché offuscata da “Le prime ombre della (tua) mente”! Hai oltrepassato cancelli di ferro arrugginiti che hanno graffiato per sempre la tua vita! Il tuo cuore inciso col bisturi del dolore lo hanno reso infelice ed incolore inondandolo di tristezza e abortendo la tua giovinezza! Hanno cosparso di cenere gli strati del tuo cervello ma “esso” ha eruttato solo poesie e pensieri belli dipingendo nei cieli infiniti arcobaleni! Più volte immersa nella feccia e nelle ceneri sei poi sbocciata come a Primavera! Ti sei affidata alla Dea Flora per cantare l’inno della vita e dell’amore così come quando sei nata, in mezzo a tanti bei fiori! Sei volata dalla terra al cielo per acchiappare polvere dorata di stelle e ridare luce al tuo cuore e alla tua mente perché offuscati dal buio dell’isolamento! L’inchiostro per le tue impronte digitali ha dato linfa al tuo cuore e alla tua mente e da essi sono sgorgate parole vivide e belle trasformandosi in bianche farfalle che volano su mura imbrattate di fango e antico male! Hai costruito ombrelli colorati per ripararti dalla pioggia di parole profane e dagli insulti di gente malsana! Ora t’immagino Alda, sul carro delle Pleiadi vagare nell’Universo insieme alle fulgide sette sorelle per regalarci con i tuoi pensieri dolci sogni e notti lucenti di stelle! Alda nel cuore 2014 141

Antologia di poesia contemporanea

Tania Santurbano Questo è per me il dolore ... mia cara Alda ''Un pugno di fango''... un fiacco bagno d'indifferenza dove morire soffocati. Un vapore di veleno conservato nelle membra di amanti stanchi. Un convegno segreto di centurioni con i corpi bianchi e i visi bagnati dalla viltà. Questo dolore scarabocchiato sulla fronte, in esilio come un traditore che vendemmia sesso... spregevole e lento stillicidio che sfinito... ti poggi sul patibolo dei sogni inventati per addomesticare i ''servi dell'amore''. Mentre io ... sorvegliato dalla pazzia scavo con le zampe ammalate uno stormo di ''ricordi prostituiti''.

Alda nel cuore 2014 142

Antologia di poesia contemporanea

Daniela Sasso

Mi ritrovo sola con una carezza all'anima e una alla follia, compagna e nemica. Con una morsa stretta nello stomaco dietro gli occhi stanchi di chi ha guardato la vita dall'altra parte del dolore, in un delirio disonesto che con disinvoltura chiamano amore. Ho appeso ad un equilibrio precario le foglie della mia anima aggrappandomi troppo spesso alle stelle per non cadere, ma nella pioggia delle emozioni ho riconosciuto lei. La Pazzia. Amante di amori sconosciuti, poveri e malinconici che faticosamente ho custodito nei boschi bui del mio cuore coraggioso.

Alda nel cuore 2014 143

Antologia di poesia contemporanea

Loredana Savelli Della follia Della follia l’ebbrezza breve ma compiuta di una solitudine soltanto immaginata lontano dal fastidio dei corpi ma affollatissima di ticchettii - ciò che resta della vita interiore fino a udire più nulla. dall’ombra ricevere luce sufficiente a un sorriso perpetuo, buono a bucare la notte.

Alda nel cuore 2014 144

Antologia di poesia contemporanea

Anna Maria Scazzosi In attesa Le persiane, le finestre sempre spalancate, così il tuo spirito aleggia fino a noi, a casa tua, a me vedova bianca, in attesa del tuo ritorno.

Alda nel cuore 2014 145

Antologia di poesia contemporanea

Maria Scivoletto ALDA… un anno con te… Ho toccato la tua anima …poco è bastato la tua vita mi ha attraversata. Hai lasciato la tua vita terrena, …non la mia anima ormai pregna della tua bellezza. Questo anno è volato, mi hai donato tanti amici da consolare, abbracciare, sostenere…distanti, vicini. Grazie, al tuo miele che ha nutrito la mia anima. Grazie…al tuo testimone, passato ad ogni poeta. Credere nella poesia come forza vitale, …andare avanti…nonostante, il nascere folle, aprisse le zolle …scatenasse tempesta. Tu sei viva, nelle tue parole, nei tuoi amici, nella tua famiglia …donna fortunata! A te…l’Eternità!

Alda nel cuore 2014 146

Antologia di poesia contemporanea

Valentina Selene Medici 13 Giugno 2003 Fuori caldo opprimente ed io meditabonda faccio sinossi di giorni lontani. Ma l’aria fresca del condizionatore e la penombra della Casa Protetta cercano pazientemente di distogliermi dal dolore che il cuore riempie. Li assecondo e mi rilasso. Note musicali giungono alla mente e danno impulso al pensiero. - MIRA IL TUO POPOLO.Seduta, vicino al letto dove giaci senza più memoria di passato ne certezza di presente spargo sul foglio , frammenti di Te. Di quando bimba negli anelati momenti d’amore mi insegnavi parole di fede. - Ancora una volta -. Chiesi un giorno speranzosa ma il tuo io pregno di autocommiserazione non scorse lacrime di delusione. Ma oggi, qui nel silenzio da questa tua vita inconscia solo amore voglio percepire e mi ritrovo a sussurrare - Mira il tuo popolo o bella Signora. Ancora una volta, ti prego mamma cantiamola insieme -. Alda nel cuore 2014 147

Antologia di poesia contemporanea

Anna Serio Rosa scarlatta Non sapevi che il nascer rosa l'esser parte di un roseto, donare profumo estasiante e parole appassionate, delicati petali e sensuali forme di bellezza potesse significare trascorrere una vita con spine infilzate nelle carni... non pensavi che posseder grazia e dolcezza, che donare amore potesse strappare il cuore, provocare sì tanto dolore... non credevi che potessero cadere nel tuo candido cielo fiocchi di neve macchiati di rosso pesanti macigni di colpe altrui che la poesia rese colonne a cui aggrapparsi... ma eri rosa scarlatta, ti vollero donna disfatta!

Alda nel cuore 2014 148

Antologia di poesia contemporanea

Luca Sichetti Stessi occhi La realtà fa sentire il suo rantolo scheggiando le persiane di pioggia, prova a distrarmi, a sbattermi a terra per svegliarmi, ma l'ho sempre guardata come si guarda una madre assente, chiuso nei miei vortici, nelle fessure da cui urla solo il buio. Ho perso, lo so da quando ho dimenticato il sapore della neve.

Alda nel cuore 2014 149

Antologia di poesia contemporanea

Nadja-Florence Siene A coups de griffes, à coups de Plume Il me prend l'envie de pleurer ma soeur, de pleurer, de pleurer sur ce que furent tes instants de vie de funambule, lacérée, sacrifiée. Où as-tu enfoui ces yeux que tous les matins livides tu cernais de noir, de khôl pour espérer sans espoir ravir le miroir opaque de cécité? Qu'as-tu fait pour mériter la sécheresse des langues aux fouches plus acérées que tous les sabres les plus tranchants d'Orient? Qu'as-tu dit, ma soeur, pour subir l'insulte cinglante des jours où, au compte gouttes, larme après larme, s'écoulent tes nuits dans le lit de l'indifférence? Viens, donne-moi la main, je prendrai la tienne. Tu éroderas pour moi, et j'éroderai pour toi nos affres, leurs trahisons, comme la mer corrode la falaise inexpugnable, à coups de lames, à coups de furie, à coups furibonds, à coups funestes, à coups de dents, à coups de griffes à coups de Plume, ma soeur, sans larmes! A colpi di Lame, a colpi di Piuma Mi prende la voglia di piangere/sorella mia, di piangere, di piangere/su quelli che sono stati i tuoi momenti /di vita da funambolo, lacerata, sacrificata/Dove hai sepolto quegli occhi/che tutte le mattine livide/tu tracciavi di nero, di kajal/per sperare, senza procurare speranza /lo specchio opaco di cecità./Che cosa hai fatto per meritare /la secchezza delle lingue/i forconi più affilati/di tutte le spade/le più taglienti d'Oriente ?/Che cosa hai detto, sorella mia, per subire/l'insulto feroce dei giorni/dove, al contagocce,/lacrima dopo lacrima, /fluivano le tue notti/dentro al letto dell'indifferenza?/Vieni, dammi la mano, io prenderò la tua./Tu eroderai per me, ed io eroderò per te/i nostri tormenti/i loro tradimenti/come il mare corrode la rupe inespugnabile,/a colpi di lame, a colpi di furia,/a colpi furibondi , a colpi funesti/a colpi di denti, a colpi di artigli, senza lacrime,/a colpi di Piuma, sorella mia,/senza lacrime ! Traduzione di Emanuela De Marchi

Alda nel cuore 2014 150

Antologia di poesia contemporanea

Marina Sirolla Ad Alda Merini Ti ho conosciuta tardi, attraverso il video, bevevo ogni tua parola come sorgente pura, la mente tornava indietro ai giorni bui della mia infanzia. In quel collegio manicomio, io bambina ma cosciente di ciò che vedevo! Sì c'erano i matti, definizione crudele d'allora, ma matti nell'inconscio lo siamo un po’ tutti. La sofferenza dell'anima, la ricerca dell'amore e il farsi capire da chi non vuol capire. Ecco io sono così amica delle mie ispirazioni e del mio sentire! La poesia mi ha salvata, satura e perduta da tanto dolore. Una tua frase impressa nel cuore: il poeta soffre molto di più però ha una dignità tale che non si difende. Grazie Alda i tuoi occhi guardano il cielo!

Alda nel cuore 2014 151

Antologia di poesia contemporanea

Alessandro Sivieri Il matto Non scendo, neppur se mi leghi, da questo mio magico volo: sei tu che, pur sciolto, ti pieghi. Son matto; mi chiedi perché? Non vedi che parlo da solo dei campi, dei fiori, degli altri? Tu invece a ogni simile parli e parli, ma solo di te.

Alda nel cuore 2014 152

Antologia di poesia contemporanea

Vera Somerova Fata d'aria Amare volevi, amor supplicavi. Quindici anni nell'amplesso doloroso per amore scambiavi. L'ingenuo sangue nell'ora dei vespri vendevi. Profeti di piogge, cavalieri falsi sui intonsi prati abbracciavi... E mesto cresceva, cullato dai fiotti d'ignoranza, un principe doloroso nel violato grembo. Seminatrice di nuova vita, nel turbinio di mille voci, nella tua solitudine più nera ti accasciasti sul banco di scuola. Ecco la vita, l'avvenire che irrompe tra chiazze di sangue e dissepolte ossa. Aborto, lo chiamarono quei reverenti becchini che ricucirono le ferite del corpo. Calava il sole e l'anima moriva senza saperlo. Oh, fata d'aria! Cinquanta primavere fa, d'immortale giovinezza fosti ornata. Fanciulla poesia ancora da scrivere, ora guardi il cielo con pupille vacue, pozzi di chiostri incendiati. Piena di spettri è la tua notte. Inesorabili le tue giornate. Ricusi la vita, superba siedi in quella camicia bianca dalle maniche troppo lunghe. Gocce di pioggia vagabonde e rare, gocce di pianto scippato, gocce di latte immaginario per nutrire il figlio mai nato che vaga nell'impero delle nuvole, oltre la tomba delle tue stelle.

Alda nel cuore 2014 153

Antologia di poesia contemporanea

Savina Lella Speranza Maledetta follia Mi prendi per mano ogni giorno e mi accompagni come un cucciolo fedele che al nulla impone obbedienza. Maledetta follia. Avanzi più ardita la notte coi calzini rammendati da fili recisi e soffochi le tue colpe al cospetto di Dio in un vuoto esistenziale senza ragione. Dannata follia. Affondi gli artigli nel cuore e sgorga il mio sangue - amara solitudine che macchia lenzuola sgualcite dal sonno deriso nel letto troppo grande per una donna sola. Poi torna il mattino chiedi perdono alla mente implori alla stessa follia l’oblio di una vita malfatta.

Alda nel cuore 2014 154

Antologia di poesia contemporanea

Rita Stanzione Leggendo Alda Torno a leggere, versi a cui la quiete non ha resistito e legato indivisi tormenti con gli strati profondi del seno. Le scritture a suo nome divise in pezzi di ragione petali arsi, in attesa di rivolte innaffiate d’amore. Ecco, sbocciare ancora la voce da un parto gridato al vento di prigioni mentre gli occhi, grandi insonni saccheggiavano paesaggi oltre l’anima.

Alda nel cuore 2014 155

Antologia di poesia contemporanea

Antonella Stelitano Anime perse Anime perse parcheggiate nei desolanti cortili, - con lo sguardo vuoto si confortano, si donano carezze a riempire silenzi di cristallo interrotti ogni tanto, da echi di urli morenti in stringhe tra i denti. Menti torbide ciondolano su punte di lame che trafiggono solitarie anime. In attesa del giro sulle montagne russe con cuore che batte e la lingua che tra i denti sbatte. Anime perse nella sfiorita speranza di veder rinata la loro essenza finiscono per cullare quel luogo di folle perdizione prima di sprofondare nel più profondo abisso infernale.

Alda nel cuore 2014 156

Antologia di poesia contemporanea

Rosanna Tafanelli Ad Alda Merini 1° novembre 2009 Non sono triste, Alda, piango ma con il sorriso, come hai vissuto Tu, cantrice dell'amore disperato. Ora sei finalmente libera ed in pace, è cessato il tormento d'amore, non più schiava del tempo, godi l'estasi dell'eterno. Non versi lacrime, avvolta nel fumo dell'ultima sigaretta, e guardi stupita e incredula la frotta dei nostri pensieri giungere fino a Te. Mani d'angelo Ti accolgono e Tu riversi dolce poesia nel cielo, dove l'amore perfetto che meriti non Ti lascerà mai sola.

Alda nel cuore 2014 157

Antologia di poesia contemporanea

Grazia Tagliente Il canto eterno dei poeti S’involano nuvole di fumo da sfatte labbra rosse nel buio di una stanza e tra ricordi di dolore ammorbati trine sofferte si ricamano nel vuoto. Il muro della solitudine aggancia al pensiero le pareti d’un penitente manicomio - là dove la normalità crede di sfuggire l’abbraccio della follia con elettroshock mentre urla la fredda indifferenza d’una società che anime tormentate sa relegare a puro scarto da celare. E’ lui quell'amico dottore che può spogliare di dolore la mente fino in fondo al cuore e celare tra le sue fenditure non lacrime, ma note e colori del più grande degli amori: la Poesia. Dolce armonia si fa presenza in carmi che canteranno per sempre il melodioso della vita e gli umori del cielo con la sua parte di luna nascosta che tanto affligge e spaventa. Ed è estrema pazzia il canto eterno dei poeti.

Alda nel cuore 2014 158

Antologia di poesia contemporanea

Mihaela Talabà Eterno Tremula l’ombra nell’angolo muto bisbiglia una fiamma che invoca l’antico il grido sommesso d’una voce amara s’aggrappa confusa al mio abisso. Vivo nello sfratto del cuore. Nella solitudine piange il silenzio prigioniero della mia mente guardi nella mia anima e taci artefice del mio tormento. M’avvolge il mantello nero… angelo parli al mio cuore di ghiaccio e piangi, l’anima mia abbracciata alla tua per poterti amare ancora.

Alda nel cuore 2014 159

Antologia di poesia contemporanea

Loretta Tamantini "La mente si rifiuta di percepire ciò che vedono i miei occhi. Lasciami nella follia dei sogni, bianchi come la luce o neri come la profondità del mare. Lasciami viaggiare senza destinazione, libera... alla deriva".

Alda nel cuore 2014 160

Antologia di poesia contemporanea

Viola Tatham Perdersi Persa, sono persa. Sono disciolta, evaporo. Provo a ricomporre la macchia di me stessa: io giunco, io farfalla, io ape, io margherita, io giovane sogno intriso di poesia. Perdersi è pericoloso e complicato, si rischia di non trovarsi più. Appesa al filo dell'alienazione, oscilli su meravigliose crocevie, che solo un ragno riesce a disegnare. Vaghi tra ombre squilibrate di mangrovie, che infestano il bosco della mente. Urli, perché il silenzio è odioso e ripari la tua fantasia, chè non si spenga, come i colori miscelati al grigio. Vorrei le mie collane, adesso, il mio rossetto; mi cerco l'anima tra le lenzuola e il piatto. Non ho più briciole nelle tasche a riportarmi primavere variopinte. Qui, nemmeno le tasche abbiamo. Nulla da conservare, nulla che ti appartenga. Ma oggi ho avuto in premio carta e penna; ridono loro, ma io non sarò più sola: parlerò in versi con la mia pazzia. Perdersi è un gioco contorto ed immorale. Ma farlo per amore è soprannaturale, seduce ogni petalo che vibra di passione e pagheresti con una vita di espiazione. Con quanto talento tu mi hai fatto schiava, se ancora cerco le tue grandi mani e la tua pelle, che mi ha reso folle. Nascondo gli occhi offesi e rinnegati, come facevo con te se mi osservavi, per tenermi l'anima al sicuro. Forse dovevo mostrarla al tuo spiare. Forse dovevo parlarti del mio amore. Forse dovevo soffiarmi sulle ali. Forse, perduto te, io mi salvavo.

Alda nel cuore 2014 161

Antologia di poesia contemporanea

Maria Teresa Tedde Canto Ho visitato labirinti di follia mattonelle incrostate urla disperate e ingabbiate in reticolati vuoti di amore tirati col sudore inginocchiato di chi forse mai è stato amato. Sguardi di infermieri cinici a difesa di oceani di pazzia di occhi pungenti e ardenti medici impassibili a fremiti di fil di rame scosse e impazzite rane. Questo ho visto degli altri poveri ed inermi folli. Di te ho toccato la tua bocca sacra di perle donate al mondo ed io ti sono grata per valigie piene di vita nel cuore vagabondo lucidato di emozioni illusioni e canzoni di chi sa in righe odorose di pianto vivere l’incanto di silenzi lievi di danze di amore. Ed è per te, Alda, questo misero canto accorato di grazie per tutto ciò che tu ci hai donato. Alda nel cuore 2014 162

Antologia di poesia contemporanea

Eloisa Ticozzi Una donna, fa dimenticare il dolore di vivere soltanto con un suo verso. L'incedere nello scrivere maestoso, l'immortalità nelle sue parole... Vorremmo sentire con una carezza, la tua gioia, la tua umanità vivace e ribelle, non artefatta da questo sporco mondo. Il dolore, artefice di questa folle melanconia ci induce a cercare ancora la felicità, propulsione alla cima più alta, illudendoci con le sue fantasie. Sì, cerco ancora l'amore...

Alda nel cuore 2014 163

Antologia di poesia contemporanea

Tiziana Tius Ella giaceva come Dafne oltre il giardino doloroso lume nella tregua d'un verso lungo i Navigli aleggiano parole sottopelle strappate dove l'inganno fu solo poesia.

Alda nel cuore 2014 164

Antologia di poesia contemporanea

Karen Tognini Cuore Poeta Guardata senza esser vista. Chiusa nel folle desiderio di trasparente libertà d'amore. Donna dalle ali di cristallo dal cuore rosso vermiglio. Dall'anima bianca sporcata di nero da mani oscure che la volevano diversa. Urla mute sfondarono muri di silenzio. Il suo cuore poeta spiccò in volo... ad Alda Merini

Alda nel cuore 2014 165

Antologia di poesia contemporanea

Maurizio Trapasso L'immortalità di Alda Alda brezza nel cielo che strappa l'eternità, vestigio del destino incancellabile dove parlano le pietre. Alda immortale, in una corazza di pelle d'anima, frecciata d'amore ferito nel tempo. Volando con lo sguardo perso che oltrepassa l'infinito, sentendo l'eterno battito imperituro, al gemito scintillio dell'alba.

Alda nel cuore 2014 166

Antologia di poesia contemporanea

Marisa Tumicelli 29 ottobre 2009 Quella notte in un delirio di dolore ti appendevi al legno della croce. Legno innocente con gemme di parole. Eri una grande foglia cercavi un canto di luce. Chiedevo pietà per la tua carne sofferente. Avevo risposte d’amore dalla stanza delle stelle.

Alda nel cuore 2014 167

Antologia di poesia contemporanea

Nunzia Valenti Libertà e catene (ad Alda Merini) Un eccesso di pensieri aggrovigliati nella tua mente, si fecero la tua catena. Ritenuta colpevole, scontando la tua condanna. Considerata folle perché costruivi un mondo a cui non era dato a vedere. Consumando quegli anni andati in fumo e gettati via come mozziconi di sigaretta senza aver respirato la vita con aria di libertà. Come pagine da calendario strappati via, di un passato che non se ne fa uso perché non può tornare indietro e che nessuno ti ha ridato. Li hai donati alla vita per un atto d’amore. I tuoi passi erano limitati in spazi ridotti in una stanza da manicomio, mentre il tuo cuore viaggiava in una strana infinita in cerca della sua libertà. Tu che sei stata un fiore sbocciato il 21 Marzo nel giardino della vita. Ti sei goduta il tuo prato tra vento, tempesta e raggi di sole, mentre l’anima protestava e dipingeva arcobaleni. Sei arrivata a maturazione e hai prodotto i tuoi semi per non lasciarti del tutto morire. Si rinnovano nelle stagioni con il profumo della tua anima e i colori delle tue parole, per continuare ad esistere nelle nostre memorie.

Alda nel cuore 2014 168

Antologia di poesia contemporanea

Marco Vicini Il nostro miracolo Livida nel cuore soffocata dalla vita incatenata a sospiri bui rifletti in un quadro strappato cadi nel desiderio più tenero fuggendo lacrime urlando nel sonno. Preghi il miracolo. La penna il tuo miracolo il nostro miracolo che controvento viaggia nel tempo Alda Grazie.

Alda nel cuore 2014 169

Antologia di poesia contemporanea

Roberta Viotti Eowyn La storia Mi raccogliete negli occhi fumosi e mi inventate bigotte stampelle nelle bocche distrutte cigolanti e miopi e perplessi come pantaloni calati. Non vi accorgete che non sono zoppa ma smisurata e nevosa come una storia.

Alda nel cuore 2014 170

Antologia di poesia contemporanea

Antonella Vono Alda … E tu che hai sicuramente pianti di lune e criniere di lacrime estinte hai vestito di rose il paradiso e di sangue hai cosparso il viale per giungervi... forse eran gli angeli che ti parlavano che ti han mostrato i versi più dolci e le chimere o forse le mortali spoglie arrancavan tra primavere e han giocato semi di poesia lanciando nella tua mente le strofe più belle.

Alda nel cuore 2014 171

Antologia di poesia contemporanea

Michela Zanarella Accanto ad una poesia (ad Alda Merini) Quel silenzio che agita le vene e si ripete come paesaggio astratto tra le ciglia è combinazione immortale alle tue ragioni, Alda. Dove iniziano le intenzioni di un fiume vivono le parole ed il vento, una radice fatta di luce. Accanto ad una poesia che regge il destino, nei Navigli che si confessano lentamente, il cielo proietta l'aroma della tua anima, azzurro che porta incise benedizioni di rime.

Alda nel cuore 2014 172

Antologia di poesia contemporanea

Mara Zilio Sarà una nuova luce a salvarmi Non so più contenere questo dolore, l'ho lasciato correre dentro le vene, impazziscono i capillari, ovunque, ride libero dilaniando cuore stremato, pulsa senza riguardo, senza pudore, né pietà. E' arrivato fino alla punta dei piedi ed ora mi dispero, non sento né voci, né rumori in questa stanza oscura mi aggrappo alle fredde mani, bruscamente apro le finestre sarà una nuova luce a salvarmi, sarà una nuova luce.

Alda nel cuore 2014 173

Antologia di poesia contemporanea

Italo Zingoni Alta marea Immergo in questo mare aspro i miei pensieri della sera - sorreggo appena una quantità indefinita di spiragli piccolissimi dettagli di una vita non regolare, i posti dove stare sono sempre vagabondi - respirano appena nella stiva - eppure sanno che è un danno la nuvola nera, quasi quanto la strisciante atmosfera delle feste private, hanno pagato le rate di una storia randagia orfani già di parole e di altre emozioni prigionieri in stagioni di un tramonto cremisi traditi, derisi, uccisi anche senza morire - perché, alla fine, ha un motivo la morte ? Non è forse la sorte un po’ amara di chi ha tutto e si sfida col niente che avanza di chi chiude la stanza e resta da solo incatenato in un vuoto da lui stesso ha creato ? In questa alta marea -per il tempo che duralascio appesi i miei sogni dispersi alla lama che segna il destino del mondo e solo due versi che senso non hanno… i poeti potranno scavarsi un tunnel nel cuore il buco più nero senza una piccola luce nel fondo perché il mondo alla fine li disperde ed ignora ogni loro parola ogni loro tormento… e intanto nel vento in un luogo che ignoro Charles tiene Alda per mano e sul bordo di un sogno compare una stella lontano… e una minuscola falce di luna.

Alda nel cuore 2014 174

Antologia di poesia contemporanea

Alda nel cuore 2014 175

Antologia di poesia contemporanea Grazie ai 175 Autori:

Abate Maria Pina Acireale Sara Maria Rosaria Addis Teresa Albora Marinella Ambrosio Maria Ancora Roberta Atzeni Daniela Avallone Anna Balossini Eric Balsamo Stefania Barrasso Antonino Bellanca Giuseppe Belloni Paola Bianchin Patrizia Bianco Grazia Biondo Manuela Borrelli Celeste Bruina Franca Maria Calì Margherita Callegari Don Aldo Canino Angelo Capitanucci Vincenzo Capizzi Eloise Caprio Antonella Caputo Antonietta Carniti Emanuela Carrieri Tina Cartisano Annamaria Cattaneo Ramon Cavalera Nadia Cavallo Angela Caviglia Adriana Cenciarelli Silvana Centofanti Lorena Ciampa Pietro Cimini Eleuterio

Cinanni Vincenzo Colacrai Davide Rocco Colasanto Annarosa Collini Anna Comitini Marcello Costa Agostino Cotugno Matteo Dadone Antonella D'Andrea Francesca De Felice Sandra De Iudicibus Rosalba De Maglie Assunta De Sanctis Marina De Santis Anna Della Porta Momo Dell'Occhio Daniela Denaro Grazia Dettori Maria Carmela Di Caro Valentina Di Giovanni Bartolomeo Di Liberto Marilù Di Maria Teresa Di Matteo Paola Di Vona Rosalba Distefano Salvina Donà Franca D'Onofrio Rosa Dusca Bassignani Anna Ensoli Patrizia Erbaio Anna Luisa Evangelista Siria Falabella Rosa Fancello Giovanni Maria Fasanaro Maristella Fasani Pietro Erasmo Ferrari Francesca Fiengo Elisa

Alda nel cuore 2014 176

Filippo Valeria Fusco M. Maura Gagliardi Fabio Galibardi Concetta Gatti Lorella Gattuso Eloisa Ghiribelli Francesca Ginanni Umberto Giovinazzo Maria Pia Grasso Giusy Iannone Agnese Iaschi Antonella e Gemma Messori Intruglio Angela Maria Ioan Simonetta Ispani Luca Izzo Michele Jacono Ada La Manna Carmelina Latini Giuseppina Licata Melina Lovato Marina Lubrano Rossella Lucciarini Loriana Lupi Daniela Marino Fiorenza Ornella Massari Salvatore Matta Maria Cristina Meloni Valentina Meneghini Annalucia Menichetti Serenella Merlino Biagio Micelli Maria Minciullo Maria Elena Moceo Cesare Modica Antonia Leonarda Morandi Marco Musu Katia

Antologia di poesia contemporanea Nenna Domenico Noce Massimo Ombrini Giorgio Orlando Ivana Paita Laura Palladino Antonio Papa Rossella Rita Pascucci Nadia Paterini Samuel Pellegrino Grazio (Orazio) Pettineo Calogero Piccolo Tina Pinna Antonia Anna Piras Cecilia Pireddu Daniela Pittalis Silvestra Pittiglio Ylenia Poletti Monica Pozzi Rosy Prenna Michele Rastelli Davide Revellino Monica Rispoli Giovanna Rodeghiero Annalisa Romanetti Maria Romano Carlo Romeo Teresa Ruggiero Michela Russo Lisa Russotti Caterina Santoro Maria Santurbano Tania Sasso Daniela Savelli Loredana Scazzosi Anna Maria Scivoletto Maria Selene Medici Valentina Serio Anna Sichetti Luca Siene NadjaFlorence Sirolla Marina Sivieri Alessandro Somerova Vera

Speranza Savina Stanzione Rita Stelitano Antonella Tafanelli Rosanna Tagliente Grazia Talabà Mihaela Tamantini Loretta Tatham Viola Tedde Maria Teresa Ticozzi Eloisa Tius Tiziana Tognini Karen Trapasso Maurizio Tumicelli Marisa Valenti Nunzia Vicini Marco Viotti Roberta Eowyn Vono Antonella Zanarella Michela Zilio Mara Zingoni Italo

Alda nel cuore 2014 177

Antologia di poesia contemporanea

© “Alda nel cuore 2014” è tutelato da diritti di autore a norma di legge ogni Autore si riserva i diritti delle proprie opere presenti

l’opera in copertina è di Antonella Di Lucia ne è vietata la vendita realizzato nel marzo 2014 da Matteo Cotugno [email protected] http://poesiedimatteocotugno.blogspot.it/

Alda nel cuore 2014 179

View more...

Comments

Copyright ©2017 KUPDF Inc.
SUPPORT KUPDF